13 maggio 2014

Scusate la moderazione

Moderare i commenti non mi piace. Limitare la libertà di chi scrive su questo blog neppure. Eppure mi sono trovata costretta ad attivare questo filtro che, nella mia decennale esperienza da blogger, ho adottato una sola volta. Fra qualche tempo, forse, verrà rimosso. Oppure chiuderò questo blog per andarmene altrove. Senza lasciare alcuna traccia. L'ho già fatto e lo rifarò, se necessario e se mi sembrerà l'unica scelta plausibile per continuare a scrivere con leggerezza e con la spontaneità che voglio. Fare la guardia non è la mia massima aspirazione ma di fronte all'ostinata e sorda ottusità di alcuni soggetti non ho molte alternative.

[foto by taykut]

20 commenti:

  1. Ne ho già viste di cotte e di crude sul mio blog, compresa una denuncia per diffamazione nata da un commento e poi finita in niente. Ogni tanto qualcuno rompe le scatole ma se nessuno gli dà retta rimane scornato. E quindi ho sempre tenuto le porte apertissime, per tutti, anonimi compresi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne ho viste di cotte e di crude anche io, Alberto.
      Ho avuto tre blog nella mia vita. E il primo l'ho chiuso per disperazione.
      Se lasciassi mano libera adesso, c'è chi farebbe scempio di questo posto, sono sicura. Pur essendo stato invitato a non scrivere più qui.
      Tanto che continua a inviare commenti che, per inciso, rimuovo senza neanche leggere.

      Elimina
    2. ehi, ma appunto; che differenza c'è?
      tanto i commenti li leggi lo stesso, sia che ci sia libera possibilità di scrivere sia che li debba "approvare" tu...
      quando vedi i commenti del personaggio che hai invitato a non scrivere più qui li cestini direttamente; non vedo perchè tu debba fuggire altrove senza lasciare traccia (e poi come ti ritrovo?) e darla vinta a lui,
      non trovi?
      un abbraccio.


      Elimina
    3. I suoi li elimino direttamente. Senza leggerli.
      Se fosse libero di scrivere inonderebbe ogni mio post con decine di commenti indesiderati e, temo, altamente farneticanti.
      Eliminarli dopo, come suggerisci tu Riccardo, scatenerebbe la sua irrefrenabile e molesta rabbia.
      Ne faccio volentieri a meno.

      Elimina
    4. No, no scusami, forse non mi sono espresso bene; non ho suggerito di eliminarli DOPO ma di mantenere tranquillamente la "moderazione" senza farti problemi perchè, anche se non lo specificavi, sappiamo che non è una cosa voluta.
      Alla fine il tempo è lo stesso, questo volevo solo farti notare.
      :-)

      Elimina
    5. Allora ho inteso male, Riccardo. Scusami.
      Manterrò la moderazione, certo.
      E rifletto su un eventuale trasloco.

      Elimina
    6. non hai nulla da scusarti, figurati ;-)

      Elimina
    7. Beh... ho capito male (perché sono vagamente stordita) e mi scuso!

      Elimina
  2. Ho letto di striscio tutta la vicenda. Mi auguro che tu non chiuda il blog.
    un abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il momento no, ma ci ho pensato seriamente in questi ultimi giorni.
      In ogni caso sarai prontamente informato del mio nuovo "approdo", nel caso ci fosse.

      T'abbraccio anche io.

      Elimina
    2. Mancheresti non poco anche a me. Che ti andrebbe di avvisare anche me del nuovo evemtuale approdo?

      Elimina
    3. Grazie Guisito.
      Ti avviserò, nel caso scegliessi di andarmene via.
      A patto che tu non dica nulla a nessuno!
      Sorrido...

      Elimina
  3. Ostrega, cosa è successo?
    Vedi il lato positivo della faccenda. I troll sono indice di qualità, in qualche modo di successo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cose degne di nessuna attenzione. Non più, almeno.

      Elimina
  4. Spero che tu mi creda se scrivo che ti capisco profondamente: non dovrebbe mai essere così ma, lo ripeto da anni, la blogosfera è un postaccio e non bastano le poche persone civili e intelligenti che vi transitano a renderlo diverso.
    Vorrei continuare a leggerti se... dammene il modo.Ciao antipaticona!

    RispondiElimina
  5. Io mi sto divertendo, per ora, con un Silver Silvan anonimo che rompe anche su diversi altri blog, lo lascio sopravvivere stuzzicandolo a mia volta.. credo che se un tizio/a lo/a cancelli sistematicamente alla fine sparisce da solo (dovrebbe anche esistere - ma ancora sono praticamente un novellino della blogosfera - un sistema blogger per bloccare all'origine eventuali indesiderati.. indagherò.. ) Insomma, non ti buttare giù.. e concordo con UUIC: i troll sono indice di qualità... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si tratta di un troll. Ma noto che ora ha smesso di insistere.
      Probabilmente tra non molto potrò togliere i lucchetti e far tornare tutto come prima.

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.