29 novembre 2011

Sudica

Vivo in Abruzzo. E il posto in cui vivo, se la geografia non è un'opinione (ma forse lo è sempre stata), si trova persino a nord di Roma. Ma il posto in cui vivo viene incluso regolarmente nel Meridione d'Italia. Sono nel Sud, in pratica. Non è una colpa e non fa nemmeno paura. Non a me, almeno. A qualcuno invece sì. E fa anche un po' schifo, a quanto pare. Noi "Sudici" (nessuno s'offenda per carità) rientriamo in un miscuglio di stereotipi e luoghi comuni, proprio come quelli delle fiabe di fatine, orchi e draghi. Questione di praticità, devo supporre. Si tira una riga bella dritta e via. Chi c'è c'è, chi non c'è non può esserci.

[foto by WonderMilkyGirl] 

22 commenti:

  1. io sono per metà sudicia e l'altra metà nudica (che nordica mi fa cagare) quindi incarno il meglio del peggio circa i luoghi comuni (che mica ci son solo da una parte, cara la mia presuntuosa!)
    :)

    RispondiElimina
  2. Io sono nordico (e non mi dispiace :D) ma ho sempre avuto per l'Abruzzo una simpatia immensa. Forse perché il mio amico inseparabile, da bambino, era abruzzese... Sono stregato (a distanza, ma non è detto che un giorno non ci vada...) da posti come Castel di Sangro, per non parlare delle tante meravigliose località sull'Adriatico... E poi adesso ci sei anche tu, cara amica di penna e di tastiera... :)
    Comunque, visto che rispetto, tanto per dire, alla Svizzera siamo entrambi "terroni", ti mando un bell'abbraccio interterronico... :-)))

    RispondiElimina
  3. Ma non esisteva il centro, una volta?

    RispondiElimina
  4. A me piace l'idea di venire un po' da tutte le parti (dal nord però di non avere radici in nessuna regione e provincia in particolare) e di avere un bisnonno cresciuto in un orfanotrofio e arrivato dalle parti vicino al mio paese chissà da dove.

    RispondiElimina
  5. @ Amore: nudica? Rido... ma come t'è venuto?
    Comunque i meticci mi sono sempre piaciuti!

    RispondiElimina
  6. @ Zio: conosco vari nordici che hanno una certa simpatia per gli abruzzesi. Castel di Sangro non è male, la costa la conosco meno ma antopo viene da lì potrebbe rispondere meglio di me.

    Dici che siamo tutti terroni per qualcun altro?
    Hai ragione.

    RispondiElimina
  7. @ je_est: esisteva, appunto. Ma forse qualcuno l'ha spostato più a nord. Ho la sensazione che per molti il "centro" sia roba come la Toscana o l'Emilia. Ergo: tu sei al centro!

    RispondiElimina
  8. @ Andrea: forse il tuo bisnonno veniva da qualche lontano luogo sudico... chi può dirlo?
    Io sono legata moltissimo alla mia terra e non è affatto male.

    RispondiElimina
  9. Ma infatti spesso l'Emilia viene definita, in certi servizi giornalistici, come una regione del Centro. A me va benissimo così, peraltro.

    RispondiElimina
  10. Vedi?
    Tutto torna.
    Però non ho mai capito bene come prendano le misure 'sti tizi...

    RispondiElimina
  11. Io son fortunato: nessuno hai mai messo in dubbio l'appartenenza della Toscana al Centro.
    Al massimo, ci danno dei comunisti...:-)

    RispondiElimina
  12. Pensa, sono ancora più sudica di te!
    Eppure ormai, penso che un po' di originalità non faccia male a chi ancora adotta questi parametri. Poi, c'è poco da ridere per tutti, se pensiamo a come l'Italia viene oggi per molti altri paesi, pizze e mandolini a parte!

    RispondiElimina
  13. Ah, per non farmi mancare niente, sono anche centrica per nascita!

    RispondiElimina
  14. E' buffo, quando andai in Norvegia notai che quello che qui diciamo del sud loro lo dicevano del nord. A me la geografia applicata al genere umano provoca orticaria, sconforto e ilarità al tempo stesso, soprattutto se considero che il mondo è tondo...

    RispondiElimina
  15. @ Pachino: e pensare che io l'ho sempre considerata nord!

    RispondiElimina
  16. @ Princi: so bene che tu sei ancora più sudica di me...
    Chi adotta questi parametri? Un sacco di gente, credimi.

    RispondiElimina
  17. @ Amore: beh... allora lo fai apposta!

    RispondiElimina
  18. @ ruhevoll: se non sbaglio succede qualcosa di simile anche in Francia.
    Il genere umano ha sempre bisogno di parametri del genere altrimenti non saprebbe come trovare l'orientamento.

    RispondiElimina
  19. visto che sono stato chiamato in causa anche io... eccomi!!! io non faccio altro che litigare per queste cose: con quelli più a sud, con quelli più a nord, con quelli delle città vicine. alla fine avendo girato molto e conosciuto persone di tutti i tipi penso che tutto sia causato da una visione distorta della realtà. ce ne sarebbero di cose sa dire in positivo e in negativo, un semplice commento non basterebbe. chi vuol sapere della costa chieda pure :)
    un saluto dal vero sud (15 km dall'africa per la cronaca)! A.

    RispondiElimina
  20. Chi parla così è perché apre bocca senza cognizione di causa. Un popolo si definisce in base al territorio che occupa e alla lingua e ai costumi comuni, quindi un sudico, per potersi chiamare così, dovrebbe detenere due requisiti fondamentali che sono: vivere al di sotto del 37° parallelo e capire Di Pietro quando parla!... E se c'è una cosa su cui metterei la mano sul fuoco è che tu non abiti sotto al 37° parallelo!!!
    Basilico

    RispondiElimina
  21. Facile così... però Di Pietro ho imparato a capirlo con un minimo di buona volontà!

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.