18 giugno 2018

Non voglio pensarci

Allontano pensieri che si abbarbicano addosso come meduse. Li accantono in una zona ombrosa e spoglia della mia testa affinché non corrodano i minuscoli progressi d'anima che vado compiendo. Sono pensieri che non vorrei, preoccupazioni in cui si inciampa perché si vive, ansie di cui voglio fare a meno. Non adesso. Non con questo vento né con questa luce. Non voglio pensarci, mi ripeto a cantilena con l'impulso di scappare dai miei capelli e della mia pelle. So che è solo una specie di ingannevole incantamento, so che il mio è solo un balbettante rimandare brandelli ad altri brandelli. Eppure staccarmi da certe idee mi fa sentire meno contorta e meno distorta.

[foto by MWeiss-Art]

8 commenti:

  1. hai presente la storiella dell'elefante rosa?
    meglio dire 'ci penserò poi' o scegliere tra i vari consigli degli esperti
    ... (loro dicono che funziona...) personalmente credo che un aiutino dall'esterno sarebbe utile per uscire dal loop dei pensieri ricorrenti che si vorrebbero evitare... per esempio che ogni tanto ne andasse una per il verso giusto...:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conoscevo la storiella dell'elefante rosa. Ho provato a leggere e seguire quei suggerimenti ma non funzionano con la mia testa. Temo che ci voglia altro per me.
      Un aiutino del genere che descrivi mi andrebbe più che bene. Uno ogni tanto...

      Elimina
  2. Un'amica mi parlava della mezz'ora di vacanza al giorno, in pratica trova il tempo per fare una sorta di respirazione profonda che la estrania da tutto il resto.
    Ho provato ma mi distraggo oppure mi addormento...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'amica è teti? Mi sembra che tra i suggerimenti del link che mi ha trascritto ci sia qualcosa del genere. Comunque, temo che anche io, come te, non potrei riuscire a praticare una soluzione simile: probabilmente mi distrarrei pensando a tutt'altro.

      Elimina
    2. E' un'altra. Anche lei all'inizio era distratta, poi dai e dai c'è riuscita, non le ho chiesto se ci sia un modo per concentrarsi.

      Elimina
    3. Sicuramente un metodo esiste ma noi non siamo ancora in grado di utilizzarlo. Prima o poi riusciremo. Forse...

      Elimina
  3. ben venga tutto ciò che ci allontana dai pensieri-sanguisuga, e non è mistificazione ma breve pausa di benessere
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Definirlo benessere mi sembra eccessivo. Ma la definizione di pensieri-sanguisuga mi piace parecchio.

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.