26 giugno 2015

Sarà pur bello parlarmi

Entro nel negozio. La proprietaria è seduta nella penombra a leggere qualcosa. Una rivista? Un libro? Un depliant? Mi vede e si alza. Sorride. Deve riconoscermi perché, di tanto in tanto, passo da lei. Vendere lenzuola, coperte, biancheria di buona qualità che non attira le folle. Lo sento dal pallore dell'aria, dal tono stanco dei suoi occhi. Parliamo. Di paesi, di ragazzini che non giocano più in strada, di corrotti e di sindaci. Siamo prese da una fiumana di parole e resto lì molto più del dovuto. Raccolgo la pena per il futuro e la coscienza che il tempo si sta guastando. Diciamo di tanto e senza problemi. Torna quando vuoi, mi dice, è bello parlarti.

[foto by thedaydreaminggirl]

16 commenti:

  1. Anche secondo me è bello parlare con te.
    Passi da Roma con me e Franco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Roma in estate?
      Vuoi vedermi morta?
      No... Roma per me è out almeno fino al prossimo ottobre.
      Me ne resto nella mia terra e vi lascio al caldo.

      Elimina
    2. Ok. Allora al prossimo Più Libri più liberi... ;)

      Elimina
    3. Sì. Ma io posso andarci nel week end. E tu, giustamente, nel week end non ci vai... troppa calca. Ed hai ragionissima!

      Elimina
    4. Se c'è da vederci ecceziono volentieri.. ;)

      Elimina
  2. Se è piacevolissimo leggerti "sarà pur bello parlarti".. ;)

    RispondiElimina
  3. Io invece sono entrata nel negozio e sono stata avvolta da una nube nera di lamentele e pessimismo... come se non mi bastassero i miei, di drammi. Eppure nel tentativo di fare l'ottimista ho finito per diventarlo, anche se solo per pochi minuti. Poi il traffico mi ha riportato alla realtà :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il pessimismo avvolgeva, con le sue nubi nere, anche l'atmosfera del negozio in cui sono entrata io. In provincia la celebre "crisi" faticherà ad essere smantellata: durerà molto più che altrove. Anche senza traffico.

      Elimina
  4. condivisione di rogne pensieri paure ... ultimamente accade. come dice una mia vicina: è così difficile trovare qualcuno con cui parlare di altro che non sia solo il prezzo delle mele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh Pier!
      Quanto tempo... piacere rileggerti.

      La tua vicina ha perfettamente ragione. Anche io faccio fatica a trovare qualcuno con cui parlare di qualcosa che non sia solo il prezzo delle mele. Anche perché non posso mangiare le mele!

      Elimina
  5. è un gran bel complimento. L'hanno detto anche a me qualche giorno fa e sono stato felice e sorridente tutto il giorno.
    Quel giorno avevo anche bevuto sette birre ma credo debba passare in secondo piano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è un bel complimento.
      Per quanto riguarda le birre: sì, sono puri dettagli.
      Coincidenze prive di ogni rilevanza.

      Elimina
  6. quando si riescono a superare le barriere delle convenzioni (e anche tra cliente e negoziante ce ne sono) allora può capitare qualcosa di bello.
    ml

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo tu abbia ragione.
      Capitano minuscole cose belle, a volte.

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.