9 agosto 2013

Tra uno yogurt e il cielo

Il sole, stamattina, sorge di traverso. Faccio finta di nulla e porto un po' d'acqua alla mia giovane rosa. Piedi scalzi e capelli furibondi: appena sveglia sono anche questo. Prendo lo yogurt greco dal frigo e aggiungo qualche corn flakes. La finestra è già aperta in cerca d'aria nuova. Sento un rumore leggero. Sembrano minuscoli passi. Invece è pioggia. Esco. E' fitta ed odora di cielo. Finalmente, penso. Il sole si lascia inghiottire da un pallido grigio. Un uomo anziano scende dalla sua auto e si muove piano. Sembra sorpreso ma forse è solo contento. Sento un tuono, mangio il mio yogurt. 

[foto by xetobyte]

13 commenti:

  1. Cosa fai di notte ai tuoi capelli, da farli svegliare furibondi?

    RispondiElimina
  2. Messa giù così è anche una cosa allegra. Ho una certa nostalgia di questa tua pioggia "italica", che arriva silenziosamente, e si appresta a battere sui vetri con sussiego, un modo come un altro per passare quasi inosservata. Al punto che tante volte, ai miei bei tempi giovanili quando me la godevo anch'io questa pioggerellina, mi capitava di uscire senza ombrello e di prendermela tutta per un po'.
    Qui, nel Nord Ovest teutonico, la pioggia è stizzosa e cattiva. Aspetta che tu stia fuori casa, magari a mezza strada tra macchina e portone, per rovesciarti addosso tonnellate di liquido che non sanno di cielo, ma delle imprecazioni di coloro che ne sono sopraffatti. È una pioggia franco-tedesca, alsaziana, e chi conosce gli alsaziani mi avrà certamente capito. Brava gente, ma in possesso di capelli furibondi tutto il giorno e non solo al risveglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evidentemente in Germania è tedesca anche la pioggia!
      Quella italica fa spesso tanto rumore, ma arriva appena a bagnare i marciapiedi. Altre volte, invece, ti prende alla sprovvista e, come stamattina, si confonde con altri rumori. Però è sorprendente.

      Elimina
  3. Io sentivo il ticchettio della pioggia nel dormiveglia,ho spalancato le persiane per lasciar entrare quel suo odore e sono tornata a letto..spettacolo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spettacolo vero.
      Adoro starmene a letto mentre sento cadere la pioggia.
      Un po' banale, ma che ci posso fare?

      Elimina
  4. Bella descrizione, mi pare di vederti,ciao brunella

    RispondiElimina
  5. Attenta,l'Anonimo di ieri potrebbe infierire..;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorrido...

      "Anonimo" è sempre in agguato!

      Elimina
    2. Ti dirò Jane che se non viene "Anonimo" stanotte dormirò male. Mi mancherebbe la mia solita lezione di lingua, mancherebbero le sue rampogne velenose a me che sono un tantinello masochista....
      Come arrivare a domattina?

      Elimina
  6. Starei per ore a guardare la pioggia dai vetri della finestra. Di quella pioggia intensa e di quel cielo che manda bagliori di lampi e fragori di tuono. Soprattutto un temporale d'estate che spazza via l'afa e la sofferenza di un caldo sfrontato. Oggi, infatti, sento l'aria molto più fresca. E ritorno a respirare.

    Forse per qualcuno sembrerà un'atmosfera poco allegra ma a me piace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non era la pioggia intensa e fredda che arriva in autunno. Però è stata molto gradevole!

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.