17 giugno 2013

Il peggio di me

Il peggio di me si manifesta quando guido. Inveisco, sbraito, abbaio e maledico. In ordine sparso e contro chiunque ispiri la mia ira funesta. E di gente che mi ispiri, ovviamente, ce n'è parecchia. Quelli che guidano secondo logiche tutte loro che, per vari motivi, non sono le mie. Ma anche ciclisti da salotto, pedoni sgambati con la testa altrove, corrieri espressi dall'acceleratore spiritato ed altri mille soggetti stradali. Subirò a mia volta il peggio degli altri: è un giochetto che pare piacere a tanti. In ogni caso m'arrabbio spesso ed infierisco a parolacce. Poco elegante ma soluzione antistress di non poco conto.

[foto by weltengang]

16 commenti:

  1. Ahi ahi ahi Mia Euridice! Quanto il peggio di te rassomiglia a uno dei tanti peggio di me!! Sono in perenne conflitto con mia moglie perché quando sono al volante vomito ingiurie su tutti gli immondi pecoroni che fanno a gara nell'ostruirmi la strada.
    Non faccio discrimazioni tra maschi e femmine, per me il cialtrone che aspetta che scatti il verde per inserire la prima marcia mi manda in delirio, e naturalmente non gli entra mai e quasi torna il rosso aspettando che il pusillanime riesca a far ripartire la sua concubina.
    Odio tutti i ciclisti e motociclisti che mi sorpassano da destra, da sinistra e qualche volta da sopra. Infilerei a tutti loro nel sedere un candelotto di dinamite acceso.
    Per non parlare dei pedoni o peggio delle mamme che portano dietro la loro bici il vagoncino con la bandierina gialla inastata bella in vista, e dentro il vagoncino i loro marmocchi, protetti dalla mia coscienza e buona volontà. E quando la bandierina manca e il vagoncino mi spunta all'improvviso due metri davanti il muso della mia auto? Chi me lo risarcisce il maldicuore?
    Ho coniato al volante le più belle e bellissime parolacce del mio amplissimo repertorio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rido...
      In effetti anche il mio repertorio di maledizioni si arricchisce e si colora di nuovi improperi ogni volta che guido.

      Ma credo che siano in tanti a fare come noi. Più di quanti riesca ad immaginare!

      Elimina
    2. Fondiamo un partito: I.A.V. insoddisfatti al volante e presentiamoci alle prossime nazionali. Io dico che andiamo al governo, alla faccia di Beppe Grillo.

      Elimina
    3. Oh mamma.
      Meglio di no, grazie.

      Elimina
  2. girando in motoretta spesso mi chiedo se gli indicatori di direzione siano percepiti come optional
    sarà uno dei tanti poteri del volante o ti rincoglionisce(non si spiegherebbe diversamente la condotta di certi autisti) o ti indiavola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, Pier. E' che sono tutti impegnati al cellulare e non hanno mani a disposizione per mettere la freccia che, come dici tu, sta diventando un optional per i più.

      Elimina
    2. il cellulare ... guarda proprio oggi una tipa che avevo davanti, rallenta, si ferma, nel frattempo le suono, lei sterza a sinistra e si posteggia dall'altra corsia.
      tutto fatto senza nessuna segnalazione ... perchè rispondeva al cell ... ho accostato per insultarla al finestrino e mi sono sentito molto euridice :)

      Elimina
    3. Cose del genere sono all'ordine del giorno, Pier.
      Sentirti molto euridice è stato divertente, spero...

      Elimina
  3. io al volante non mi arrabbio mai, e mai inveisco.
    nemmeno mi piacciono gli astiosi al volante.
    e che diamine, datevi una calmata!
    in auto mi arrabbio solo quando giuda mio marito, mi arrabbio con lui che si arrabbia con gli altri, che a loro volta si arrabbiano con altri ancora.
    la strada è un brutto posto: la catena di sant'antonio della rabbia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti arrabbi e non inveisci?
      Ma come fai, santa donna!?!?!

      La strada è un posto orribile, hai ragione. Lo frequenta gente impossibile!

      Elimina
    2. Hai visto Euri che esistono le mosche bianche come la nostra amata amica Silvia? Non inveisce e non sbraita, ma ti rendi conto? Santa subito!!!
      Però, però....io sono cattivello, sai....mi sorge un sospetto: che non sia anche lei di quelle lumacone, che vanno piano piano e intasano il traffico, che al semaforo rosso si mettono a cercare nella borsetta chissà cosa, e poi non guardano più il semaforo che è diventato verde dalla rabbia, che magari al mattino alle sette e mezza quando sta per scattare l'ingresso dentro una zona industriale ti stanno davanti a sessanta all'ora col limite di 80 e si beccano tutte le maledizioni dei camionisti che poveracci stanno lavorando anche per lei.
      La nostra Silvia no, ma che vado a pensare io, malalingua che altro non sono. Lei è educata come me e te, Euri, solo ha i nervi più saldi o beve camomilla.
      Vero Silvia? Ciao e non ti arrabbiare proprio adesso.

      Elimina
    3. Che Silvia sia una mosca bianca non ci sono dubbi.
      Anche perché la maggior parte delle persone che conosco quando guidano diventano delle iene sboccacciate. Anche peggio di me!

      In effetti chi guida con flemma e con pacifico approccio, di solito, se la prende con molta, molta calma irritando non poco gli altri guidatori. Ora: io non so se Silvia appartenga al genere... ce lo dirà.

      Elimina
  4. Sei sincera a dirlo ma non è un bell'agire. Perché non vai in una palestra dove fanno pugilato. Ci sono stato ieri per caso e, meraviglia, c'erano parecchie donne che si sfogavano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché detesto sudare.
      In macchina mi sfogo, ma non sudo!

      Elimina
  5. Purtroppo pochi si rendono conto che quando sono alla guida di un'autovettura non sono nel loro salotto ma che avere un volante tra le mani comporta delle responsabilità e che, ad andar bene, sono soldi. Ad andar male ci si può pure restare menomati o secchi.
    Ma il gregge, che capisce?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti ci sono soggetti che mentre guidano fanno un po' di tutto. Dal mangiare al chiacchierare, dal litigare al giocare, dal telefonare al leggere il giornale.
      Insomma: un mondo vasto e variegato. E pure pericoloso, sì.

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.