7 maggio 2018

Sei quello che fai?

Sei quello che fai? Cioè: per dire chi sei spieghi cosa fai? Cioè: sei il tuo mestiere? Se qualcuno ti chiede chi sei rispondi sono un ingegnere, un falegname, un cuoco, un netturbino? Ecco, allora spiegami. Spiegami perché non capisco. Essere quel che si fa è tutto quello che si è? Sapere che sei un ingegnere, un falegname, un cuoco, un netturbino, in realtà, non dice quasi nulla. Non dice se sei buono o cattivo, curioso o apatico, sveglio o dormiente. Dice che hai un certo limite, in effetti. Un limite che non va al di là del lavoro che fai e, detto con sincerità, mi pare davvero poco. Io non lavoro, ad esempio ma sono molto di più di una disoccupata.

[foto by lostknightkg]

24 commenti:

  1. Io invece lavoro, ma per fortuna sono tante altre cose oltre il mio lavoro, altrimenti sarei già in pieno burnout.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E meno male.
      Quindi?
      Chi sei?

      Elimina
    2. Uno che scrive, legge, suona, gioca a scacchi e cammina sui pezzi di vetro...

      Elimina
    3. Fa male camminare sui pezzi di vetro. A meno che tu non sia anche un fachiro!

      Elimina
    4. Non sono un fachiro,
      "...Nè acrobata nè mangiatore di fuoco" ;)

      Elimina
    5. Allora sei De Gregori sotto mentite spoglie!

      Elimina
    6. primadopo.blogspot.it/2011/10/sette-canzoni-francesco-de-gregori.html

      :) A presto

      Elimina
    7. Nemmeno lui capiva come. Ci sta!

      Elimina
  2. Questo il mio curriculum vitae, in effetti...

    Informazioni personali:
    Franco Battaglia
    Nato a Roma 1. 8. 1959
    Residente a Roma
    Esperienza lavorativa:
    troppa
    Tipo impiego:
    Scritturologo, poetante, fotografatore, teatrista, recensente, bloggeriatra, raccontiere
    Mansioni:
    quadro banconomo, aspirante guardiano musei irrequeti
    Responsabilità:
    non identificate
    Attività:
    svariatissime e disordinate, viaggista recidivo, collezionista di dubbi
    Docenze:
    Folletologia 1 e 2, Versi riversi, Architettura di pozzanghere.

    Partecipazione convegni e seminari:
    Progetto per nuvole, Forum su vento e controvento, Laboratori aromi perduti, Promozione sfilettatura e riequilibratura dei sogni, Riforma dei desideri, Tutor base al Corso di Sbirciatore di finestrini
    Istruzione e formazione:

    Testatore di protesi e grado innervosimento fisioterapisti, Rilevatore di tramonti terzo livello, Manipolazione delle ombre, Lettura tra le righe, Laurea in Rovistatore di minuscolerie, Diploma per Accordatura di Contrasti, Attestazione in Limatura rimpianti, Dottorato sull’orizzonte degli incanti, Patente per la Restituzione di Sorrisi.

    Forse più esauriente che: impiegato di banca. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fin troppo a dire il vero. Tanto che alla fine non si capisce nemmeno chi sei perché vuoi essere troppe cose.

      Elimina
    2. Cultore di sogni in poche parole... infatti a te manca il Diploma di Lettura tra le righe ;)

      Elimina
    3. Quando le righe sono troppe mi annoio e basta...

      Elimina
    4. Allora puoi accontentarti di chi è bancario, falegname, idraulico. Così non ti annoi.

      Elimina
  3. pienamente d'accordo con te, ci si identifica (appiattisce) troppo con il proprio lavoro. ho impiegato molti anni a capirlo ma ora che non lavoro più e ho volutamente rimosso il periodo professionale, finalmente (mi) dico che sono molto di più che un pensionato.
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì. Per come ti conosco io sei anche un ciclista, un osservatore, un visionario, un giardiniere e altro ancora.

      Elimina
  4. Io stasera son quello che vorrebbe offrire una birra a quel medico che quando ero un bambino mi salvò la vita per avermi concesso anche stasera di ammirare l'armonia luminosa espressa dal gatto Milos, vive al piano terra, che dorme tutto il giorno ma che uccide sul colpo gli uccellini che gli rompono le balle lanciandoli direttamente sul marciapiede. Un'emozione unica osservarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti diverte vedere un gatto che uccide gli uccellini e li schianta su un marciapiede?
      Se fossi al posto tuo tornerei da quel medico e gli darei un gran calcio in faccia.

      Elimina
  5. Ciao, sono un drogato che sputa e tossisce nel mattino malato.
    E un guerriero della luce, ovviamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al mattino devi essere una "chiavica" vera.
      In fase guerriero ti vedo meglio.

      Elimina
  6. Io ancora non so chi sono.
    In perenne crisi d'identità, ho la certezza di non esser il mio lavoro (qualche certezza nella vita bisognerà pure averla).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo. Anche NON essere può significare parecchio.

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.