28 marzo 2018

Aspettando le foglie

Qualche albero è stato abbattuto. Pare fosse malato anche se ad occhio non sembrava affatto. Altri sono stati puliti e tagliati tanto da diventare la metà di quel che erano. Ed ora stanno così, palchi scuri in controluce, aspettando le foglie. Perché quei rami sembrano davvero troppo soli e troppo nudi, come corpi appena flagellati, come membra appena martoriate. Un silenzio che piega e tacita anche i silenzi umani, mi pare. Li osservo e tento di immaginarli di nuovo pieni di scintille assolate e riflessi di fogliame che gorgoglia al vento. Torneranno ad essere un riparo e una compagnia dopo tanta afflizione?

[foto by bitterev]

10 commenti:

  1. già, quando nei viali fanno quelle potature drastiche e dissennate ti sembra impossibile che quegli alberi così mutilati possano tornare a ricoprirsi di vita.
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui le potature pesanti sono avvenute all'interno di un parco o giardino pubblico. Sicuramente era necessario intervenire ma la solitudine di quei palchi d'albero mi ha rattristato ed addolorato molto.
      Il tempo li porterà a riprendersi.

      Elimina
  2. non ho le competenze per valutare, ma spesso anche a me accade di rimanere sorpreso da certi tagli. Alcune volte leggo articoli che condannano l'imperizia, anche se credo non servano a molto, perché si prosegue e non ci sono mai responsabili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il lavoro, da quello che so, è stato richiesto dalle autorità comunali. Gli alberi sono stati abbandonati per molto tempo e forse erano cresciuti a dismisura. Li hanno potati e tagliati in maniera importante e vederli ridotti in questo stato mi ha sicuramente colpita.

      Elimina
  3. Qualche anno fa capitò anche a me di rammaricarmi di certe potature con un passante anziano, in un viale. Alberi rigogliosi che sembravano morti. Ai miei dubbi quel signore rispose in una maniera che mi rimase impressa: ”Non si preoccupi. La primavera può tutto.” Ritornai qualche tempo dopo nello stesso viale e constatai che quel signore aveva avuto ragione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino che succederà un piccolo miracolo anche qui, con la primavera. Lo spero di cuore.

      Elimina
  4. "Gli alberi sono liriche che la terra scrive sul cielo" [K. Gibran]

    https://www.youtube.com/watch?v=1HF9hwrVwrY

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.