5 dicembre 2016

Annus horribilis

Ne parlavo giusto giusto con Effe, l'altro giorno. Entrambe concordiamo che quest'anno, ormai prossimo alla fine, sia stato e sia ancora un annus horribilis. Una concordanza che mi pare di rintracciare nelle vene di insofferenza e frustrazione di molti. Anno bisesto, si diceva tra noi, come per riversare sul destino la cappa di un'annata guasta, sbilenca, infausta, avversa e non ancora del tutto esaurita. Le stelle, può darsi, hanno congiurato contro, hanno intralciato e maledetto. Almeno tale è la percezione che arriva sottopelle e tra le increspature di pensieri grevi. Le stelle s'aggiusteranno pure ma il danno resta.

[foto by Alshain4]

10 commenti:

  1. Visto le mie vicissitudine, soprattutto di salute e guarigione ancora precarissima, non posso che confermare. :(

    RispondiElimina
  2. ma infatti, le stelle e i bisesti andranno per la loro strada che nulla c'entrano con l'attuale disastro.
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'entrano di sicuro, però è quasi rassicurante fare finta che sia tutta colpa loro.

      Elimina
  3. Quest'anno proprio sì, rimarrà impressa personalmente per la morte di mia nonna ma anche di tanto altro nel mondo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per te un anno funesto. La statistica non cambia.

      Elimina
  4. Crisi, terremoti, inondazioni, guerre, razzismo, si, Annus Horribilis per molti, per tanti, per troppi. Si, la statistica non cambia

    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un anno decisamente lugubre, sotto tanti punti di vista.

      Elimina
  5. Anche per me l'anno Bisesto è stato funesto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo è tuttora. E lo sarà fino alla fine, ne sono certa.

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.