30 novembre 2016

La pelle lo sa

La pelle lo sa. E solitamente lo sa prima ancora di un piccolo fiato. Lo sa che dietro certi occhi c'è chi vale e chi no. La pelle capisce per quella struttura di chimiche ed alchimie che non si spiegano facilmente. La pelle intuisce come il settimo senso: accoglie e rigetta prima di ogni altra domanda. Ed è da questo sentire acuminato e acerbo che germinano antipatie che paiono ancestrali ed empatie che volteggiano graffiando le stelle. Tu non lo sai bene o non lo sai ancora ma la pelle sì, lei lo sa che quel che conta sta racchiuso spesso in una porzione di attimi, i soli necessari ad percepire l'incanto dell'indovinarsi.

[foto by NataliaDrepina]

18 commenti:

  1. Spero che, a pelle, a dicembre ti gusterai un piacevole orzo con me... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho detto: non verrò a l'Eur. Non ce la posso fare!

      Elimina
    2. .. vabbe'.. me ne farò una ragione... ma l'orzo rimane valido... a tua discrezione.. ;)

      Elimina
  2. Soprattutto quando mi viene la pelle d'oca a certe cose ;)

    RispondiElimina
  3. nel mio personale dizionario delle emozioni, la pelle è l'opposto della pancia. La prima, sulla tua scia, è depositaria dell'intuizione attiva, la seconda è deposito di scorie passive.
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, sulla pelle passa il "senso" più profondo e intimo di una persona. Complicato spiegare ma so che mi hai capita lo stesso.

      Elimina
  4. quando si ha la fortuna di essere intelligenti così tanto che sprizza anche dai fori della pelle:)
    e viceversa (ovviamente)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intelligenza fuori dai pori?
      Questa è nuova.

      Elimina
    2. giusto! pori (non fori) è un'espressione comune... credo derivata da una analoga (sprizza felicità da tutti i pori)...

      Elimina
    3. Ehm... non ti capisco certe volte!
      Ma non è una novità.

      Elimina
  5. Meraviglia s'è il tatto d'altra pelle, quando taccorgi che non sia la tua

    RispondiElimina
  6. Mah...spero sempre che non sia così... le "sensazioni" a pelle sono troppo rapide e determinano velocemente un atteggiamento che però può precludere ad una conoscenza più approfondita. Si può finire con l'essere spiazzati proprio perché la pelle ci ha portato altrove.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, può accadere. Eppure a volte quella sensazione così immediata e profonda resta quella che è e i fatti non la smentiscono.

      Elimina
  7. Concordo con il tuo post, ma sai, la cosa curiosa è che capita anche attraverso il web. Quella manciata di secondi a cui ti riferisci la intuisci "a pelle".

    Maria

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.