1 aprile 2016

Qui esisto


Questo è il limbo.
Sfera perfetta
del non essere.
La mancata appartenenza
pura dimensione del difetto
lontana dal comune spazio
costruito e convenzionato.

Qui esisto.
Qui.
E non altrove.

M.T.

[foto by lostknightkg]

6 commenti:

  1. Spiacente, ma qui non posso seguirti. Preferisco stare nella sfera dell'Inferno se quella del Paradiso fosse inaccessibile, ma in quella del Limbo non riuscirei mai a vivere.
    L.A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non puoi seguirmi nel limbo, potrai farlo in paradiso o all'inferno. Non è poco!

      Elimina
  2. Qui: sospesi tra il tutto e il nulla, perennemente zavorrati dalla forza di gravità che ci mostra il non essere, saltuariamente abbagliati da barlumi indefinibili dell’essere?
    Sorrido: ossantapace, sono paralitica e pure equilibrista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, proprio sospesi tra il tutto e il nulla, perennemente zavorrati dalla forza di gravità che ci mostra il non essere, saltuariamente abbagliati da barlumi indefinibili dell’essere.

      Sei perfettamente quel che sei.

      Elimina
  3. Che poi quel "non essere" da puri equilibristi è una dimensione anomala e ancor più tosta, ti esime dal convenzionale e ti preserva dal definirti, ti lascia sospeso, corpo e fiato, sul bordo della sorpresa.
    Tale perché neanche lei sa in cosa si trasformerà...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sentirsi anomali è sempre mestiere da equilibristi.
      E non so se ci sarà mai una sorpresa.

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.