22 marzo 2016

Inventario di stagione

Ho visto qualche asparago selvatico spuntato tra gli arbusti. Ho visto svolazzare, nell'ordine, un paio di rondini, una farfalla dalle ali rossicce e un'altra dalle ali bianche. Ho sentito quell'odore di gemme e humus e tepore e petali. Ho notato che i semini dell'alisso che ho provveduto a sotterrare in un vaso si sono tramutati in minuscoli germogli di verde tenero e scintillante. Ho spiato gli iris che si stanno svegliando dai loro bulbi e le rose che riprendono a pulsare. Ho guardato il cielo liberarsi dal torpore delle proprie foschie e alleggerirsi di nuova luce. Non ci sono dubbi: è primavera.

[foto by estellamestella]

26 commenti:

  1. qui rondini ancora non ce ne sono ma merli arzilli sì.
    e la terra che ho smosso in giardino è piena di lombrichi.
    :)
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so dove sia il tuo "qui", ma qui ce ne sono. Ed è buon segno.

      Elimina
  2. Ho già visto qualcuno in canottiera che può mostrare finalmente i propri tatuaggi sul petto depilato. Ho finalmente notato qualche erbaccia in più che fa capolino lungo i marciapiedi e tra le aiuole concimate con cacche di cane. Ho visto svolazzare, nell’ordine, carta oleata unta di pizza, buste di plastica e cartacce di ogni colore. Ho sentito più forte il tepore del sole misto ai miasmi del traffico già sostenuto. Ho già notato in giro quel piacevole ciabattare di zoccoli e infradito che sa di mare e di vacanze. Mi sono accorto che i gruppi dei turisti organizzati sono notevolmente aumentati, per la gioia dei residenti. Non ci sono dubbi: è primavera. In un contesto diverso. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di gente in canottiera non ne ho ancora vista. Di erbacce sul ciglio della strada ce ne sono anche qui. Il resto del quadro che dipingi è poco gradevole, devo dire. Vivere in una (grande?) città non è particolarmente affascinante.
      Ho il sospetto che la tua sia Roma...

      Elimina
  3. La primavera è una stagione meravigliosa, i fiori che sbocciano e il sole che comincia a fare capolino tra nubi e tempeste, arriva il caldo, arriva la felicità ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia stagione preferita rimane l'autunno, ma bisogna prendere atto che adesso è il tempo del risveglio.

      Elimina
  4. ho capito. è ora di zappare:(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rido...
      Eh, se hai un orto o un giardino, temo sia il momento, sì.

      Elimina
  5. Beata te che puoi fare tutte quelle cose belle e osservarne tante altre altrettanto belle, vuol dire che non sei distante dalla campagna, dalla natura, dalla vita all'aperto.
    Io ho portato la macchina al lavaggio, mi sono preso il mio caffè stamattina sul balcone senza morire dal freddo, ho riposto in cantina le scarpe alte e nell'armadio i guanti e la sciarpa. Sì, hai ragione: credo che stia arrivando la primavera.
    L.A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non sono distante dalla campagna. Basta qualche passo e mi ritrovo tra alberi, ombre, arbusti e petali.
      Comunque anche io ho riposto gli stivali. Ma non bevo caffè.

      Elimina
    2. Volevo scrivertela per l'ultimo tuo post, dove parli di gusto nel coniare nuove parole, ma poi mi è passato dalla testa. Trattasi di una nota, un mio vecchio appunto ritrovato recentemente rileggendo un libro dove il protagonista scarpina tra valli e monti:
      "Scalava l'erta del monte crudescente mentrevolmente palpitoso per l'affanno".
      L.A.

      Elimina
    3. "mentrevolmente palpitoso"...
      Un po' barocco, ma divertente.

      Elimina
  6. Eh si , la vite è potata e le rose pure. L'orto è più selvatico del solito e mi sa che lo lascio fare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho potato la rosa. La vite no perché non ho una vigna. Tu sì?

      Elimina
    2. Vigna è una parola grossa... tre piante di vite: due di uva bianca e una di uva "americana"...

      Elimina
    3. Sufficienti a prendersene cura, però!

      Elimina
  7. ...e i miei cactus sono in fiore. Una media di due su tre: fiori gialli, bianchi, rosa, piccoli e semplici o grandi con corolla doppia: uno spettacolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amanita!
      Qual buon vento?!

      Il mio cactus invece è sempre uguale. Chissà, forse è solo questione di tempo.

      Elimina
    2. Ammicco: sono talmente spinosa che li ispiro!
      Buon vento (sì, una brezza leggera) di salute, Euridice… e spero che tenga, così riesco a leggere anche i tuoi “disquilibri”: molto interessanti.

      Elimina
    3. A spine sto messa bene anche io, devo ammettere!
      Rido...

      Sono felice che la tua salute, in questo periodo, si faccia ispirare dalla stagione. Ottimo, cara mia. Ottimo.

      Elimina
  8. Quest'anno è giunta in anticipo, non trovi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah... Considerando che non ci sono più le mezze stagioni (rido), credo che sia nei tempi giusti.

      Elimina
  9. anche da me era arrivata la primavera ma son tre giorni che piove e oggi abbiamo anche l'allerta meteo....forse perchè marzo è pazzerello......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche qui piove da un paio di giorni. E forse continuerà. La primavera è anche questo no?

      Elimina
  10. Dai germogli in fiore è bello intuire che la primavera è in arrivo; dalla voglia di fare l'amore da parte delle donne è ancora più bello capire che la primavera è arrivata....

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.