19 gennaio 2016

La dormiente

Torno alla mia gigantesca quercia dopo mesi. L'abbraccio come fosse una sorella e ascolto il suo silenzio fatto di corteccia e radici. Sta lì quieta come sta lì da secoli. A districare nodi di vento, a cigolare di spifferi e nuvole, a raccogliere il fiato di chi passa e le ombre di chi la ignora. Le giro attorno e scruto tra i palchi di rami che si infilano in un azzurro accecante. E' inverno e l'enorme dormiente riposa tra spigoli di luce e foglie atterrate ed ormai esanimi. Provo ad assorbire la sua quiete perché so che mi fa bene e so che in questa cellula di tempo io e lei ci somigliamo.

[foto by mia_euridice]

12 commenti:

  1. la quercia quieta, dà pace e vertigine allo stesso tempo pensando da quanto lontano tempo arriva.
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutti gli alberi sanno trasmettermi quiete. La mia quercia però è più brava! Sorrido...

      Elimina
  2. Una quercia. Secolare. Albero appariscente quanto altri mai. Dà sensazioni. Di forza, di eternità, di resistenza a eventi contrari, infidi. Belle sensazioni, tutte.
    Frequento solo boschi nel mio tempo libero. Da solo. Osservo tronchi, rami e radici. Soprattutto radici, Quelle in superficie. Immagino quelle sepolte sotto ogni albero. Cose vive, Cose che non sembrano morire mai.
    L.A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La quercia di cui parlo ha all'incirca 800 anni. Un albero imponente e ancora pieno di vita. Una regina vera e propria.
      Anche io amo molto camminare nei boschi. E' il mio autentico luogo dell'anima.

      Elimina
  3. qui a lugano c'è un sentiero che costeggia il fiume e porta fino al lago e al centro città. anche se sono di fretta e magari mi allunga la strada mi piace percorrerlo per la serenità che mi trasmette. e che tristezza scoprire che alcune piante gigantesche sono state tagliate per far posto all'ennesima costruzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La serenità che trasmettono gli alberi non ha eguali. Anche se non tutti riescono a percepirla. Un albero viene abbattuto è sempre una sconfitta per tutti.

      Elimina
  4. Originale emblema visivo: "albero(bio)grafia".
    Ri-Trovarsi è necessario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Negli alberi mi riconosco e mi ritrovo sempre.
      Infatti ho già deciso che sarò albero.

      Elimina
  5. La quercia e L'Ulivo: i due meravigliosi centenari della natura che piu' amo

    RispondiElimina
  6. Amo tutti gli alberi. Tra i miei preferiti però svetta anche il cipresso per il suo profumo e l'eleganza affusolata della sua forma, ma la banalità di certa gente lo attribuisce alla morte. Gli alberi sono La Vita. Amo pure i platani spogli che con i loro rami stecchiti lambiscono i vetri delle mie finestre e mi regalano sempre un incontro ravvicinato con gli uccelli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, i cipressi non mi fanno impazzire. Preferisco alberi dalle chiome più ampie.

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.