12 dicembre 2015

Libri (alternativi) per Natale

Visto che a Natale i regali si fanno e ne faccio. Visto che un buon libro è sempre un buon regalo, soprattutto per chi l'apprezza. Visto che consigliare libri è, spesso e volentieri, una cosa che mi riesce, vorrei darvi qualche suggerimento. Ecco i miei consigli librari (alternativi): Panorama di Tommaso Pincio; Pezzi di vetro di Alain Mabanckou; Adua di Igiaba Scego; Le variazioni Reinach di Filippo Tuena; Folli i miei passi di Christian Bobin; Yoshe Kalb di Israel Joshua Singer; Il posto di Annie Ernaux; Il meraviglioso viaggio di Octavio di Miguel Bonnefoy; L'uomo seme di Violette Ailhaud. Ed ora a voi: avete consigli alternativi?

[foto by pink_promise]

17 commenti:

  1. Sto al gioco e cito tre titoli fra i libri che ho letto quest’anno: un saggio di critica letteraria, “Il giardino delle Esperidi” di Giuseppe Pontiggia, un libro di poesia “Bestia di Gioia” di Mariangela Gualtieri e un libro di aforismi, scritto dal poeta Charles Simic, “Il mostro ama il suo labirinto”.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo Ettore!
      Mi sembrano titoli interessanti.

      Elimina
  2. consigli da dare non ne ho anche perché sto leggendo poco e 'roba' datata, però se qualcuno volesse regalarmi il libro fotografico di lisetta carmi lo accetterei volentieri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un altro post dovrò farlo sui libri che mi piacerebbe ricevere in regalo. Chissà che qualcuno non raccolga l'invito... sorrido!

      Elimina
  3. Regalare libri è sempre una cosa bella, però difficile. Devi conoscere un po’ le preferenze della persona cui è diretto il regalo. Prendo nota dei libri e degli autori suggeriti (non li conosco) per verificare la possibilità di una eventuale futura lettura. Devo dire che seguo poco la letteratura contemporanea: per me un libro deve prima invecchiare, come un buon vino. Comunque se dovessi suggerire qualche titolo, io direi:
    Le braci, di Sandor Marai – Estate al lago, di Alberto Vigevani – A Dio piacendo di Jean d’Ormesson – Un eremo non è un guscio di lumaca, di Adriana Zarri – Giovannino, di Ercole Patti – I fratelli Tanner, di Robert Walser – La vita agra, di Luciano Bianciardi – Le terre del Sacramento di Francesco Jovine. Buona lettura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con te, Remigio. Regalare un libro non è mai semplice perché implica una conoscenza profonda della sensibilità e delle passioni di chi riceverà il libro. Ma rimane sempre e comunque una delle forme di "omaggio" più preziose ed intelligenti che si possano fare.

      Dei libri da te citati ho letto "Un eremo non è un guscio di lumaca" della Zarri (che suggerisco volentieri anche io) e il più famoso "La vita agra" di Bianciardi.

      Grazie per i suggerimenti!

      Elimina
  4. oh! Pensavo proprio in questo momento: voglio far un bel regalo ad una persona magica, mi invia sempre della musica da ascoltare, ed è una continua scoperta di percezioni e sonorità. E mi dico tra me e me: ora chiedo consigli a miaEuri. apro. trovo il post. Hanabeldirà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quale dei miei o dei nostri consigli vorresti raccogliere? Quale libro regaleresti a questa persona "magica"?

      Elimina
    2. Mia Euri forse Panorama ma sono ancora molto indecisa, tu che dici? :*
      hanabeldirà

      Elimina
    3. È un libro eccellente.
      Regalalo tranquillamente!

      Elimina
  5. Conosco Singer di cui ho letto il bellissimo libro "La famiglia Karnowski". Forse Yoshe Kalb me lo compro. Come consiglio alternativo ti suggerisco "Fra i boschi e l'acqua" di Patrick Leigh Fermor e dello stesso autore anche "Tempo di regali"; poiché ami anche il romanzo storico ti consiglio anche "Antonietta e i Borboni" di Emilia Bernardini. Se ti capita di esplorare il sito web dell'Avagliano editore puoi trovare tante piccole perle di autori non molto conosciuti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho letto "La famiglia Karnowski" e mi è piaciuto molto.
      Per il resto, in calce al tuo commento, lascio il link alla pagina di Avagliano editore.

      Grazie Veil...

      Elimina
  6. ci vuole coraggio a suggerire o peggio regalare libri, la lettura è qualcosa di estremamente privato, soggettivo, difficile che due gusti collimino. Eppure tutti gli anni ci si prova e qualche volta va bene.
    mi limito ad elencare gli ultimi libri che ho letto con un telegrafico giudizio:
    Le belle Cece di Andrea Vitali (pessimo)
    La storia della pioggia di Niall Williams (magnifico)
    La ferocia di Nicola LaGioia (brutto, pretenzioso)
    Ragazza in un giardino di Ann Tyler (molto gradito)
    Un terribile amore di Cathrine Dunne (bocciato)
    ml

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Statisticamente i brutti libri superano i buoni libri. Grazie per i consigli!

      Elimina
  7. Ho seguito i tuoi consigli e ho regalato “Il posto” e “La resistenza del maschio”. Grazie e buon Natale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono due splendidi libri.
      Sono certa che chi li ha ricevuti ti ringrazierà di cuore!
      Grazie Ettore.

      Elimina
  8. te ne dico uno, per ora, ho finito di leggerlo stamattina:
    Il ponte - Iain Banks

    un libro bellissimo

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.