1 ottobre 2015

Italia

Italia porta un nome che nessuno avrebbe più il coraggio di dare ad una figlia. Italia cammina spedita e a testa bassa. La conosco da sempre. E conosco la sua risata che tuona a distanza e la sua voce che squilla. Non l'ho mai sentita pronunciare nulla che non fosse dialetto. Da lei mi aspetto sempre un saluto e almeno una battuta. Basta capirla e non temere alcuna offesa perché, in fondo, quello che dice viene fuori dal cuore. L'ho vista in ansia per una figlia senza lavoro e orgogliosa di nipoti che vede forse meno di quanto vorrebbe. Italia parla con tutti e si incontra un po' ovunque. Le voglio bene ma forse lei non lo sa.

[foto by alperyesiltas]

14 commenti:

  1. Le presenze come quella di Italia fanno bene alle nostre giornate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ma allora ci sei?
      Pensavo ti fossi dematerializzata...

      Italia è uno spasso. Ora la vedo poco, ma quando accade è sempre un piacere.

      Elimina
  2. Italo o Itala li ho sentiti, Italia è raro. Certo un entusiasmo difficilmente comprensibile oggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero: Italia è un nome ormai rarissimo.
      Lei è una signora che, immagino, sia nata negli anni '40. Ed allora c'era una certa ragione per chiamare una figlia Italia. Però non è la sola che conosco. Al mio paesello credo ce ne siano almeno due o tre.

      Elimina
  3. anch'io conosco una persona che si chiama Italia;e parla solo il dialetto...ed e' pettegola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La "mia" Italia non è pettegola. Anzi.
      Almeno tu conosci una donna che porta questo nome.

      Elimina
  4. Quel che è certo che una che si chiama Italia non potrebbe diventare MAI santa... -:)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E perché no?
      Magari un giorno la faranno santa... forse.

      Elimina
  5. bello il tuo sguardo caldo su una persone "minore"
    ml

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti sentisse definirla "minore" te ne direbbe di tutti i colori.
      In dialetto, ovviamente.

      Elimina
  6. diglielo.
    Pensa che bello.
    Buongiorno italia, come sta? Le ho mai detto che le voglio bene?

    ah, sembra un film di Benigni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad Italia non ho mai dato del lei.
      Però posso dirle che le voglio bene.

      Elimina
  7. Italia si chiamava anche un'operatrice sanitaria con la quale ho condiviso alcuni giorni di tirocinio In Abruzzo. Un nome che mi suonò strano e coraggioso.a Napoli non ho mai conosciuto donne con questo nome in vita mia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse in Abruzzo c'è una tradizione di donne che si chiamano Italia.
      Chissà...

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.