4 agosto 2015

Poi torno

Anche quest'anno si va. Per pochi giorni, come sempre, ché di stare a zonzo per tempi lunghi a me non piace. Stacco e chiudo quel poco che serve. Che mi serve. Vedrò riflessi che ancora mi mancano, ci sarà cielo nuovo e cadenze di voci che mi faranno da tappeto e cuscino. Ci sarà persino un amico che abbraccerò per la prima volta e che, ne sono certa, farà anche un po' da angelo e da guida. Mi basterà dimenticarmi di me e lasciare le spire del quotidiano al loro attorcigliato e previsto procedere. Sono pronta ad accogliere quel che non m'aspetto. Vado, dunque. E vi lascio un piccolo saluto.

[foto by m_lucia]

14 commenti:

  1. Sì: a fortuna o a disgrazia, la tua curiosità ti segue appresso

    RispondiElimina
  2. Buone vacanze, dunque! Dare aria alla mente è l'attività più bella che ci sia :-)

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. L'importante è andare, non importa dove. E mi auguro che "quel che non ti aspetti" sia di tuo gradimento

    RispondiElimina
  5. Buon viaggio, breve o lungo che sia. Un po' t'invidio: io starei sempre a zonzo...

    RispondiElimina
  6. Buon viaggio. Leggo nelle tue parole una sfumatura di ottimismo che un po' mi assomiglia. E, chissà perché, mi preoccupa, ma solo poco (giusto per equilibrare l'influsso positivo con una vena di pessimismo). A presto
    marco

    RispondiElimina
  7. Buone vacanze. Facci sapere dove sei stata, sicuramente un posto meraviglioso avrai scelto. Dove c'è arte e c'è poesia.

    RispondiElimina
  8. "Dimenticarmi di me" migliore strategia possibile... rimani nei pensieri.. ;)

    RispondiElimina
  9. Ti auguro che la testa sia sempre altrove...

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.