11 febbraio 2015

E' più forte di me

Non ce la faccio. E' più forte di me. I refusi o gli errori scritti mi vengono subito all'occhio. Sì, la deformazione è tutta professionale considerando che, per lavoro, mi tocca (tra le altre cose) vedere e correggere testi. E di errori ce ne sono a bizzeffe. Anche lì dove non dovrebbero esserci. Perché se leggo un buon libro o un noto quotidiano o un prestigioso sito internet mi aspetto che le doppie siano tutte a posto, che gli accenti siano perfetti e che le parole scorrano fluide come un fiume. Invece no. Non sempre accade. Così faccio opera filologica, come spiegava il mio professore all'Università, e correggo dove posso. Non si sa mai.

[foto by positively]

12 commenti:

  1. Quando scrivo di smartphone escono fuori i mostri!.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando il T9 decide di scrivere quello che vuole, c'è poco da fare.
      Capita a tutti, non preoccuparti.
      Il dramma è quando certi strafalcioni sono scritti da persone che non possono permetterseli: giornalisti, scrittori, autori e via dicendo.

      Elimina
  2. Hai parlato anche degli accenti. Che dire quando li vedo sbagliati anche nei titoli del Tg1 e confratelli, acuti per gravi e viceversa. E che dire dei giornalisti famosi che ormai la E maiuscola con l'accento grave la scrivono E' e non come è giusto È (alt+212).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ho parlato di accenti ed apostrofi.
      Di costrutti usati male.
      E di varie altre pessime abitudini di chi scrive.

      Come ti avevo spiegato in precedenza, il mio PC non mi permette di "creare" la E maiuscola accentata. Ma io non faccio la giornalista né la scrittrice.

      Elimina
  3. Vecchia storia un po' consunta.

    RispondiElimina
  4. Oggi ho iniziato (e quasi finito) un saggio di Salvatore Pagano (psicoterapeuta) del 1996. Mi è capitato ed ho iniziato a leggerlo. Carino.
    Però, per la miseria, non si può arrivare a leggere "qual'è" ...

    Capisco il tuo dolore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so chi sia l'editore del libro che stai leggendo.
      Probabilmente, però, ha fatto un pessimo lavoro perché non ha curato come avrebbe dovuto il testo pubblicato.
      Un dispiacere per chi legge, ovviamente.

      Elimina
    2. http://www.internetculturale.it/opencms/ricercaMagExpansion.jsp?q=&searchType=avanzato&channel__creator=Pagano%2C+Salvatore%3C1941-++++%3E&channel__contributor=Pagano%2C+Salvatore%3C1941-++++%3E&opCha__contributor=OR&opCha__creator=OR

      Elimina
    3. Aviani.
      Un editore che non conosco.
      Presumo piuttosto piccolo.

      Elimina
  5. Scusami per tutti gli errori che commento su whatsapp, ma è colpa del correttore ortografico, che poi tanto correttore non è. Semplicemente si comporta in modo autonomo. E quando con un dito becco tre lettere insieme? Ne vogliamo parlare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ne parlava sopra anche con Franco Battaglia.
      Gli errori che spuntano fuori quando si usa il T9 sono normali.
      Qui parlo degli errori che sono presenti nei titoli dei TG, sui giornali, sulle pagine internet scritte da professionisti o, peggio, sulle pagine di libri.

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.