27 gennaio 2015

Troppo


Nascere per caso
nascere donna
nascere povera
nascere ebrea
è troppo
in una sola vita

Edith Bruck

[foto by Migrena]

12 commenti:

  1. Infatti cerco di non lamentarmi troppo

    RispondiElimina
  2. Ci sono le buone e le cattive stelle sotto cui si nasce.

    RispondiElimina
  3. E aggiungi a tutto questo nascere nel 1932 in Germania o in Polonia, omosessuale e nera e la cosa si complica un pochino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Edith Bruck è nata in Ungheria proprio nel 1932. Donna, povera, ebrea.
      E' finita ad Auschwitz quando aveva solo 12 anni. Lì ha perso tutti e tutto.
      E' sopravvissuta ed è diventata una buona scrittrice e una buona poetessa. In lingua italiana.

      Gli omosessuali hanno fatto la stessa fine.
      I neri non c'erano ma non si sarebbero salvati.

      Elimina
  4. Volendo guardare il tutto da un punto di vista alternativo, credo sia una questione di karma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' che i punti di vista troppo alternativi non mi convincono mai del tutto.

      Elimina
    2. Mi rifiuto di credere che cose simili possano esser accadute "per caso". Nella mia mente è tutto più ordinato, volendo credere che ci sia una ragione di fondo per tutto, anche (e soprattutto) per eventi di questa portata.

      Elimina
    3. No, cose simili NON sono accadute per caso.

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.