25 agosto 2014

L'orso fa l'orso

Non capisco perché indignarsi tanto: l'orso fa l'orso. E da un orso, o da un'orsa, non ci si possono aspettare che comportamenti da orso, o da orsa. Dov'è l'anomalia? Girovagare per certi boschi implica che qualche raro incontro col plantigrado possa capitare e, tra le fumose derive del caso, ci può persino stare che un'orsa possa sentirsi minacciata da un animale-uomo ed aggredirlo. L'orsa ragiona da orsa, di solito. L'uomo, invece, spesso non ragiona neppure. Per questo ora dà la caccia all'orso. E sarà pienamente felice solo quando l'avrà eliminato. Una minaccia in meno. Tanta idiozia in più.

[foto by slatkatajna]

18 commenti:

  1. Capisco il danno agli agricoltori, ma abbatterlo mi sembra eccessivo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sicuramente eccessivo.
      L'ho scritto: da un orso ci si possono aspettare solo comportamenti da orso.

      Elimina
  2. L'uomo si è sempre arrogato il diritto di autoeleggersi "sovrano del regno animale" e, di conseguenza, spadroneggiare e decidere per tutti "i sudditi" , abolendone ogni diritto. E'questo forse segno di "superiorità"?
    Ovviamente mi trovi d'accordo.
    E con sempre maggior vergogna di appartenere alla razza umana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi pare segno di "superiorità", anzi.
      L'uomo è talmente debole rispetto a molte altre specie che decide di sterminarle per non sentirsi minacciato. Mi fa ridere tutto questo, ovviamente.
      Ogni anno muoiono diverse persone per punture d'insetto, ad esempio. Che si fa? Si annientano tutti gli insetti?

      Non so dove lessi che "spesso l'animale più perfetto diventa spesso un perfetto animale".

      Elimina
  3. Quando hanno importato l'orsa dalla slovenia cosa credevano, che era un animale da appartamento?
    ml

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne ho idea.
      Probabilmente si sentivano tutti molto "animalisti" in quel momento. Ma un orso rimane un orso. E fa l'orso.

      Elimina
  4. a me pare l'ennesima crociata assurda, d'altronde il non senso pare prevalere.
    mi ha stupito che nessuna associazione abbia contestato l'idea di abbatterla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una crociata ridicola, volendo essere onesti-
      In verità molte associazioni e molti animalisti hanno contestato e polemizzato. Leggi qui, per esempio.

      Elimina
  5. Come quando l'altra volta, un leone in gabbia aveva sbranato un addetto del circo. E aveva ragione, il leone. Non è quello il suo posto, non doveva stare lì, ma libero e felice nella sua savana. Perché imputargli cattiveria ed aggressività? Qualche idiota aveva anche detto questo, che sono animali cattivi! Non riuscirò mai a tollerare e ad accettare il fatto che l'essere umano si debba arrogare qualsiasi diritto sugli animali. Fa bene madre natura a ribellarsi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli animali sono animali.
      E' normale che se un individuo entra in contatto con un orso o con un leone le probabilità che possa ricevere dei danni sono particolarmente alte. Sarebbe meglio che gli umani stessero al loro posto.

      Elimina
  6. Risposte
    1. Anche io sto con l'orsa Deniza.
      A proposito: ma che fine ha fatto?
      Spero che col clamore sia finita anche la sua caccia.

      Elimina
    2. il problema è la progressiva infrastrutturazione dell'intero bioma delle Alpi, la crescita della popolazine e delle attività economiche nelle Alpi.
      In altre parole c'è sempre una nuova pista forestale da realizzare, da rendere ristorante quella malga, da aggiungere una navetta per portare più turisti su fino in cima.
      L'areale selvatico è sempre più ridotto e frastagliato, parcellizzato.
      Purtroppo anche il Trentino e il Sudtirolo soccombono a questa visione antropocentrica e accresciticvista del mondo in cui, semplicemente, non ci si pone dei limiti e non si considera che il non-umano, il selvatico ha un valore in sé e non come "roba" sfruttabile per l'ulteriore crescita di homo e della sua già nefasta impronta ecologica.
      Orsi, lupi e linci qui come le tigri in India, predatori felini in Africa etc.
      Crescono gli homo e tutto il resto viene annichilito.
      E' l'ecocidio dell'antropocene.

      Elimina
    3. Cosa scrivevo ieri?
      E oggi il Corriere pubblica questo.
      E' molto più grave, non solo predatori purtroppo.

      Elimina
  7. Già, l'orso fa l'orso. E' l'uomo che ha scordato come si fa ad essere umani... ed è rimasto solo l'umanoide ignorante ed arrogante....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ignoranza ed arroganza.
      Due mali da cui non si guarisce.

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.