2 aprile 2014

La mia voce piace più di me

Pare abbia una bella voce al telefono. Me lo dicono in molti e da molto. La cosa mi fa sempre sorridere. Francesca, la nuova collega, mi ha preso in giro (ma neanche tanto) per un quarto d'ora. Un amico, un tempo, mi diceva che avrei potuto lavorare in radio. Peccato che non abbia le qualità giuste. Un altro, invece, che potrei fare carriera presso una linea hot. Peccato che non abbia tale aspirazione. Forse la mia voce ha un'età diversa dalla mia. E le appartiene pure l'immagine di un'altra me, quella che mi viene attribuita da chi non mi ha mai visto né conosciuto. La mia voce è solo una voce ma sembra piacere. Molto più di me.

[foto by MartinStranka]

22 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le sfumature del mio dialetto sono deliziose, altro che sbraco. Rido...
      A dire il vero io non vivo in città. Non potrei mai vivere in città. Vengo da un piccolo paese e mi sono trasferita in una cittadina.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Da grande avrei voluto fare l'eremita, in effetti. E spesso penso che sarebbe ancora una soluzione perfetta per me. Una cosa alla Adriana Zarri solo un po' meno religiosa.

      Non parlo da sola. Non mi pare. Ma forse lo faccio senza rendermene conto.

      Elimina
    4. Una cosa all'Adriana Zarri - e ho subito pensato al Mattutino delle 5,30 - ecco, solo un po' meno religiosa; e mi sono fatto una risata.
      Comunque, per dir la mia, io non è che ricordi in modo particolar la voce; altro mi colpì...altro. Mera precisazione.
      Jean Claude.

      Elimina
    5. Adriana Zarri... beh, la sua fede è qualcosa che io non ho.
      Ho letto "Un eremo non è un guscio di lumaca" nel quale sono raccolti numerosi suoi scritti.

      Strano che tu non ricordi la mia voce. Io ricordo bene la tua...
      Ti colpì altro.

      Elimina
    6. Oltre a un Eremo…che ricordo più come autobiografia, ho letto un paio di suoi testi di teologia, ma non li ho amati particolarmente, erano più delle letture midrashiche di alcuni episodi del Vangelo. Interessanti, comunque.

      Non ho scritto di non ricordare tout court la tua voce, era una battuta scemotta per enfatizzare altri aspetti di te, come l’avambraccio destro, i deltoidi laterali, la circonferenza del polso sinistro.

      Elimina
    7. Io ho letto solo quel libro. Null'altro...

      Hai ragione, quegli aspetti di me sono indimenticabili!

      Elimina
  2. Anche io te l'ho detto che hai una bella voce, ricordi? Chiara, fresca, che scandisce bene le parole. Ed è una voce pulita. Non saprei risalire alla tua regionalità se non lo sapessi. A volte immagino quanto possa stonare una conversazione tra noi due, col mio accento così esageretamente marcato. Tra la cadenza di Totò e la lentezza di Troisi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ricordo. Mi hai detto che la mia voce ti sembrava bella e gradevole. La mia terra si sente quando parlo. Un po'. In tanti altri si sente molto di più.
      Il tuo accento partenopeo si avverte benissimo. A me piace!

      Elimina
  3. capita, penso sia una questione di aspettative anche in questo caso,
    anche la voce fa parte di noi e di come gli altri ci percepiscono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Pier.
      Anche qui si tratta di aspettative a mio parere.

      Elimina
  4. Che tu abbia una voce bellissima è fuori discussione, e hai anche una bella risata. Che tu piaccia meno della tua voce invece non lo credo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sei tu quello che mi diceva che avrei potuto lavorare in una radio no?
      E della risata mi ero dimenticata...

      Comunque anche le tue "z" non sono affatto male!

      Elimina
  5. Una volta ebbi una storia con una cantante lirica.
    Io che sono cinestesico e poco uditivo rimanevo ogni volta affascinato (e a volte pure eccitato) dalla sua voce meravigliosa anche al telefono.
    Datemi una Voce e vi cambierò il mondo. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una bella voce ascoltata al telefono, a volte, sa sedurre come poche cose al mondo.

      Elimina
    2. Allora sei conscia delle tue armi potentissssssssssssssssime! :)

      Elimina
  6. La bellezza non è quasi mai una questione di questa o quella caratteristica personale, ma, a mio avviso, è nell'insieme di caratteristiche che contribuiscono a comporre la persona stessa ... ovvio che se uno conosce solo la tua voce, può piacere o meno solo quella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La bellezza è un'alchimia di effetti, direi.
      Qualche volta sono effetti speciali. E forse un po' fantastici.

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.