14 febbraio 2014

Non sono un'antennista

Chi mi conosce sa che è meglio non chiamare mentre sono a lavoro. Il telefonino, però, squilla lo stesso. "Numero privato". E già mi irrita: non ho mai capito chi nasconde il proprio numero. Rispondo. Voce maschile, accento spiccatamente nordico. Mi dice di chiamarsi C. e di aver bisogno di un intervento. Onestamente non so quale tipo di intervento si aspetti da me. Chiedo lumi. "Ho problemi con l'antenna", mi spiega. Mi viene da ridere. "Non credo di poterla aiutare", rispondo. Mi dice che ha avuto il mio numero da una sua amica ma che evidentemente c'è stato un errore. Ora ridiamo insieme io e il signor C.: risvolti di una telefonata sbagliata.

[foto by tothzoli001]

12 commenti:

  1. Fossi stato in te sarei stato molto più sospettoso, ma molto di più. Può darsi però che veramente cercasse un antennista o come cavolo di dice.
    Rispondo a tutte le telefonate anche quelle con numeri strani, mai visti. Generalmente sono telefonate da cell per cui manca il prefisso di zona e nemmeno puoi orientarti con quello. Mi à capitato una volta una voce femminile che chiamava da Dresden, dove non conosco nessuno, e mi chiamava per nome "Enzo qua, Enzo là", e poneva domande. Mi conosceva, diceva, e io conoscevo lei molto bene. Mi dice il suo nome assolutamente ignoto. Si chiacchiera, si ride, ma alla fine toglie il disturbo e io ho la netta sensazione di uno scherzo del cavolo. Non ha più chiamato, non l'ho più chiamata. Non cercava un antennista, forse quello che immaginava era un uomo robusto e giovane, forse. Non so e non me ne frega niente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo nella telefonata del signor C. alcun secondo fine.
      Era sinceramente sorpreso di aver sbagliato numero.
      Mi ha chiesto scusa dieci volte, almeno.
      Secondo me cercava proprio di contattare un antennista!

      Elimina
  2. Eh, l'imprevisto che scompagina, spariglia le nostre difese.
    :)

    RispondiElimina
  3. tempo fa ho chiamato una clinica x prenotare una visita medica, ma per sbaglio avevo in memoria un numero di un'altra clinica della zona (preso da internet) ... morale della storia sbagliando numero ho comunque prenotato quello che volevo ma nella clinica sbagliata! quando me ne sono reso conto ho sistemato le cose... capita di sbagliar numero, non è sempre un dramma no? un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E meno male che te ne sei accorto in tempo, se no non avresti effettuato alcuna visita!

      Elimina
    2. sarei andato nel posto sbagliato e fatto la figura del fesso....

      Elimina
  4. Faccio il numero del mio amico Antonio. Mi risponde una voce di vecchio, "C'è Antonio?" faccio. "Credo che lei abbia sbagliato numero" mi risponde con un tono dimesso. Mi scuso mortificato per il disturbo. "Nessun disturbo, mi rispoonde. Anzi, la ringrazio per aver chiamato". Riattacco e resto perplesso. Penso alla voce di vecchio, al tono dimesso, e alla fine recrimino per non avergli chiesto quale numero avessi fatto onde telefonargli ancora per un po' di compagnia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un episodio che sembra ricorrere. Non sei il primo che racconta un tale avvenimento.

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.