26 febbraio 2014

Elemosino stupori

La mente elemosina stupori che faticano a farsi sentire. Non c'è scrittura che tenga né pensieri capaci di spezzare questa paludosa mancanza di ispirazione. Ho divorato pagine, ricordi e visioni screziate. Ora incombe un vuoto. Nella testa, nelle intenzioni, nel polso del mio sentire. Un'inerzia che abbatte e sconcerta perché avvolgente come una spirale. Dovrei affondare le unghie in un volere più forte ma non ho sufficienti meriti. Lascio che tutto mi sfiori senza lasciarlo fissare dentro le ossa. Mi difendo o mi allontano? So che tornerò a macinare scintille e a ricreare pianeti, ma adesso celebro la mia interrotta ed imperfetta vertigine.

[foto by beyzayildirim77]

14 commenti:

  1. Risposte
    1. Forse qualcosa di un po' più sostanzioso, temo.

      Elimina
  2. Guarda che il momento di vuoto assoluto capita a tutti. Ti stupisci, ti arrabbi, cerchi di raschiare dal fondo del tuo intelletto qualche miserabile ideuzza e sotto le unghie non rimane che marciume e assenza di idee. L'errore è scrivere ad ogni costo cose, che rilette a distanza di tempo ti apparirebbero come quello che sono: effetto della momentanea stitichezza mentale. Lasciati cullare da questo soffio di niente, adagiati sopra una nuvola della tua sopita fantasia e attendi momenti creativi, che arriveranno di nuovo. Non te ne accorgi, ma stanno accalcandosi in qualche angolino della tua capelluta testa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicura che dentro la mia testa qualcosa tornerà a muoversi. Ad essere sinceri qualcosa si muove sempre, in continuazione. Però non basta. Non è sufficiente. Almeno non per me.
      E' che lo stupore di cui ho bisogno non riguarda solo le idee da usare per scrivere o leggere, ecc.
      Amo le sorprese, credo di averne già parlato. Ma è come se nella mia vita da troppo tempo mancasse la meraviglia, l'esaltazione, l'euforia. Non so...

      Elimina
    2. Sto pensando se inviarti o meno una foto canaglia scattatami da Anna Maria qualche mese fa una mattina appena svegliato. Un occhio è ancora chiuso, l'altro traguarda tra le palpebre. Se sopravvivessi al primo impatto potresti magari passare all'esaltazione e all'euforia di aver avuto in sorte il privilegio di non partecipare a uno di quei risvegli.
      Attenti con la risposta, però: me la farei anche a piedi fino a casa tua pe mozzicatte la capoccia.

      Elimina
    3. Ho detto che vorrei vivere qualche stupore, non qualche orrore!
      Rido...

      Elimina
  3. Qui sul blog non devi elemosinare niente, susciti un sano interesse, ad esmpio in me, che ti ho trovata da poco, via Vincenzo.
    A proposito di vivere o esistere, penso che qualsiasi essere 'viva' conscio, alla propria maniera, che ha un tempo da rispettare. Forse in questo, i diversamente pensanti, sono avvantaggiati perchè non hanno il senso del tempo.
    Amo molto i cani e , avendo passato la vita in contatto con loro, ho assimilato alcuni concetti : ignorare qualsiasi forma divina, non aspettare niente, vivere ogni momento cui l'esistenza mi costringe.
    Hai una testa sopraffina, in certi momenti accontentati di questo.
    Ho fatto confusione, lo so, sommando un paio di post e spero che mi perdonerai.
    Ciao.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristiana. E ben arrivata.
      Sì, ti ho letto anche io a "casa" di Vincenzo.
      "Diversamente pensanti", è una bellissima definizione. Mi piace pensare che io vi sia inclusa.

      Elimina
  4. Scusami se divago, ma volevo dirti che...
    sabato 1° marzo ci sarà un'iniziativa di Flash Mob letterario, compra un libro per far vincere la cultura. Quel giorno, tutti i lettori appassionati si recheranno in libreria per acquistare un libro. Alcuni punti vendita offriranno anche sconti del 10%. È una notizia che ho appreso da un po' di tempo. Se vuoi saperne di più, collegati ad un motore di ricerca per ulteriori dettagli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la dritta.
      Anche se di libri ne compra a quintali. Ne ho comprati due proprio sabato scorso...

      Elimina
  5. Questo post è perfetto! Chiaro, essenziale e coinvolgente.

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.