30 settembre 2013

La Cappella Sistina e il folle sovrano

L'intenzione era quella di scrivere le sensazioni provate al cospetto di Raffaello e Michelangelo. Avrei volevo parlare della magnificenza della Cappella Sistina e della quantità esasperante di visitatori. Avrei voluto, certo. Ma tanta bellezza nulla può rispetto alla desolazione di quanto accade in questo straccio di Paese. L'ennesima cretinata messa in atto dal folle sovrano mi ha scaraventata nello scoramento. Perché, mi domando, un'intera nazione deve sottostare ai giochini squallidi e personalissimi di un omuncolo solo e pure delinquente? Perché questo soggetto continua ad umiliarci e a fare il suo porco comodo?

[foto dal web]

30 commenti:

  1. per quanto riguarda il nano prevedo un arresto imminente.
    è, che dopo arriva quello che se prende anche solo un punto meno della maggioranza i suoi neanche li fa sedere in parlamento.
    e sarei curiosa di sapere da sto genio l'utilità dei suoi proclami.
    ma resta sempre l'alternativa di quello che si preoccupa che la linea politica sia cool... o l'altro da ricovero psichiatrico che quando parla bofonchia incomprensibilmente di padania.
    c'è solo una consolazione, che i militari siano troppo pingui e pigri per pensare di prendere il potere e gli altri stati ci tengano così poco in considerazione da ritenere ridicola l'idea di invadere la nazione.
    costa meno comprarla.

    RispondiElimina
  2. Ieri pensavo a te, immersa nella grandezza di Michelangelo, di Raffaello (sei stata nelle Sue stanze? Grandiose) e al sicuro dallo squallore che poco più in là sconvolgeva questa povera e martoriata nazione. Non il suo popolo, che non merita pietà, perché quando si vota come pecore cieche e sorde -e alludo anche a chi ha votato i Cinque Stelle, imbonitori di piazza quanto e forse potenzialmente più del mago di Arcore- quando si persiste nello scegliere per il proprio destino e per il proprio futuro uomini che portano l'anello al naso, schiavi culturali di un uomo che sta facendo ormai palesemente solo i propri interessi, beh in questo caso non si merita altro che essere governati da governicchi posticci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, ho visitato le stanze di Raffaello. E non so neppure trovare le parole giuste per descrivere l'emozione che ho provato.

      Il sovrano ha deciso tutto nella sua residenza di Arcore, circondato da quattro dei suoi adepti più fedeli. Talmente fedeli che lo hanno aiutato a decidere per il solito peggio. A Roma neppure i suoi seguaci sapevano cosa si stesse architettando nel Nord. E quando lo hanno saputo ci sono rimasti male. Non mi dire!?

      Anche stavolta hanno fatto la figura dei beoti. Ma pensi che agli italiani basti? Pensi che sia sufficiente tutto questo schifo per cambiare idea? Ma no!

      Elimina
    2. Se la sto cambiando io, che voto centro destra da sempre, perché non dovrebbero cambiarla tutti quelli dotati di intelligenza media come la mia? Io ci spero. Il guaio è che aumenterebbero a dismisura gli astenuti, perché non c'è da scialare dalle altre parti della politica.
      Vedo buio, Euri, buio fitto.

      Elimina
    3. E' lo stesso buio che vedo anche io, Vincenzo.

      Elimina
  3. Questa dissonanza fra un passato magnifico e un presente misero fa pensare (e penare). Siamo sotto scacco, tutti. Ormai sembra la statua di cera di se stesso. Inquietante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' lo stesso tristissimo pensiero che ho elaborato anche io, ieri. Come possono convivere l'arte sublime e perfetta di geni del passato con soggetti contemporanei tanto scialbi, insignificanti e miserrimi?

      Elimina
  4. eh perchè questo 'delinquente' è molto molto intelligente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' scaltro e potente, non intelligente.
      Una persona intelligente sa essere leale e lucida. Lui è troppo preso da se stesso, dai suoi guai e dalle sue porcate per esserlo.

      Elimina
    2. Intelligente? Pfui! È un cretino malato di delirio della personalità. Un uomo che ha perduto completamente l'orientamento. Si fosse dimesso dopo la condanna in cassazione avrebbe limitato i danni, sarebbe diventato per una massa enorme un santo, un martire e avrebbe ottenuto una quantità di voti in più per il suo PdL alle prossime. Così invece ha finito di rovinare il paese facendo fallire il governo che lui stesso aveva a lungo sponsorizzato.
      Intelligente costui? Un imbecille!

      Elimina
    3. forse è proprio perchè si tende a sottovalutarlo che da quasi vent'anni tiene in mano i governi italiani?

      Elimina
    4. Temo che il problema sia l'opposto: viene sopravvalutato da vent'anni. Per questo in troppi credono in ciò che dice, non criticano ciò che fa e si rimettono alle sue decisioni.

      Però, forse, qualcosa si sta incrinando. E proprio nel cuore della sua macchina fantasmagorica.

      Elimina
    5. sarà per via della crisi? non riesce più a pagare il malaffare mafioso che lo sostiene...

      Elimina
    6. Non credo che in questa fase la crisi c'entri qualcosa.
      E' che il suo tempo sta finendo. Probabilmente cominciano a sentirsi i sintomi dell'età e, senza dubbio, di scelte platealmente cretine.

      Elimina
  5. Io ieri sono stato a Siena, e nel duomo ho visitato l'incredibile Libreria Piccolomini affrescata dal Pinturicchio. Una bellezza da lasciare senza fiato. Pensa che per un po' mi sono dimenticato non solo di quel misero omuncolo, ma perfino delle disgrazie del mio povero Bologna. Se non è un miracolo questo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima Siena!
      Ci sono andata diverse volte e non escludo di tornarci...

      Hai ragione, je. La vera, autentica "grande bellezza" riesce ad astrarre dal resto. Dal pessimo resto.
      Del tuo Bologna non oso parlare. Anche se c'è qualcuno di mia conoscenza che ha sottolineato il pesante tonfo di domenica sera!

      Elimina
    2. Avverti allora il tuo romanista che domenica sera si copra assai bene, perché viene a casa nostra!
      :-))

      Elimina
    3. L'ho già avvisato. E da juventina, spero proprio che qualcuno fermi la rincorsa dei giallorossi.

      Elimina
    4. Oddio quanto mi dispiace...eri così caruccia...
      Sorrido naturalmente.

      Elimina
    5. Guarda che non è mica una malattia!

      Cosa dovrei dire di te, allora? Un interista!?!? Santo cielo...

      Elimina
  6. Mi assento un po' dalla scena e che succede? Mi cade il governo! Mannaggia! Supponendo che ci sia stato un governo. Mi sembra più un'anarchia tiranna. Il sovrano ricattatore spera di vincere le prossime elezioni solo per aver fatto abolire l'IMU (altra presa in giro). Ma forse il ricattatore e tutte le sue parlamentari che frequentano Hard-core non hanno ancora compreso che non prenderanno nemmeno un mezzo voto (è la voce della speranza che me lo fa proferire). Ma come stiamo inguaiati, mamma mia!!! E questo popolo di caproni che si cela soltanto dietro i piagnistei e il vittimismo invece di scendere in piazza....tutti sotto montecitorio come l'assalto alla Bastiglia. Quelli si che erano uomini con le palle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Veil!
      Ben rivisto... stai bene?

      Il sovrano, viste le ultimissime novità, sta per capire che alcuni dei suoi sudditi stanno per abbandonarlo. Ed è uno smacco a cui, forse, non aveva neppure pensato.

      Elimina
  7. Ci ha messo cinque minuti a cambiare idea -prima no, poi sì, poi no, poi sì, poi ancora no ed infine ha sospreso tutti concedendo la fiducia "con travaglio".
    La sceneggiata non finisce mai; però sembra che qualcosa stia cambiando: il partito è a pezzi. Adesso il PD dovrebbe darsi una mossa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E speriamo che stavolta si diano una mossa sul serio.

      Elimina
  8. "Perché questo soggetto continua ad umiliarci e a fare il suo porco comodo?"
    Ma perché è pieno di omunculi (e donnicciole) che farebbero come lui e si beano del suo successo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non hanno alcun cervello pensante, ovvio.

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.