17 ottobre 2012

Vantaggiosissimo vantaggio

La propria voglia, arbitraria e libera, il proprio capriccio, anche il più selvaggio, la propria fantasia, eccitata a volte fino alla follia: tutto ciò è proprio quel vantaggio supremo e tralasciato, che sfugge a qualsiasi classificazione e per colpa del quale tutti i sistemi e le teorie vanno costantemente a farsi benedire. E chi l'ha detto a tutti quei saggi che l'uomo ha bisogno di una volontà normale, virtuosa? Come hanno immaginato con tanta sicurezza che l'uomo abbia bisogno per forza di una volontà razionalmente vantaggiosa? L'uomo ha bisogno soltanto di una volontà autonoma per quanto possa costare questa autonomia e a qualsiasi conseguenza porti. 

da "Memorie del sottosuolo", Fëdor Dostoevskij

[foto by hacekomoe]

15 commenti:

  1. proprio ieri leggevo un aforisma di foucault che dice:
    "se nel sonno la coscienza si addormenta, nel sogno l'esistenza si risveglia"
    che è poi una diversa versione di quello di e.a.p.:
    "chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte"
    adesso, io non so se per essere "stravaganti" bisogna o meno sognare, però è quel che resta a chi per scelta o condizione crede più al libero arbitrio che all'istintività.
    insomma in pratica ciò che dice Fëdor è un po' la forma estesa della famosa frase di jobs: "siate affamati, siate folli".
    ma mi sa che quel "siate affamati" sia stato reso un po' troppo alla lettera e anche la follia, mi sa che sia stata travisata.
    e torniamo ancora al solito discorso di "trovare" nuove parole, anche se di fatto ci si rigira sempre con le stesse a cui però si sono attribuiti diversi significati svuotandole di quello originario.
    un giorno facciamo un elenco delle parole scritte sulle scatole vuote?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Facciamo che Steve Jobs non si è inventato niente. Visto che, tra l'altro, quelle parole non sono nemmeno sue ma di Bruce Springsteen.

      Facciamo che Fedor sta parlando di quel "vantaggioso vantaggio" che tutti cerchiamo di trovare nella logica delle cose e che, in verità, non ha logica né ragione.
      Perché quel vantaggiosissimo vantaggio, quell'utilità o quella opportunità che vogliamo scovare in tutto ciò che facciamo, in verità, corrisponde solo ed esclusivamente a quella "volontà autonoma" che ognuno di noi possiede e che, se vuoi, possiamo chiamare passione, desiderio... e anche follia. Perché no.

      Elimina
    2. sì, credo di aver deviato come mio solito.
      però il post l'ho fatto con tanto di citazione:)

      Elimina
    3. Volare tra le parole è il tuo forte.
      E le citazioni sono sempre ben accolte, se validamente contestualizzate.

      Elimina
  2. Grande opera e grande scrittore, sempre attualissimi, anche se io sono più checoviano se così si può dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino si possa dire, eccome.
      Ma io continuo ad amare Fedor!

      Elimina
  3. Ottimo post amica mia, infatti è dai tempi degli antichi greci che ci ostiniamo a fondare l'identità umana sulla ragione, ma la vera radice dell'identità umana è la capacità di immaginare, ossia la fantasia (da non confondere con la fantasticheria). La ragione è solamente una serva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il post è solo un copia-e-incolla.
      Ma non avevo grandi cose da dire, ieri sera. Ed ho pensato fosse meglio lasciare spazio a chi merita.

      La ragione è ciò che tentiamo di portare a galla in ogni circostanza. Ma poi quello che veramente si vuole stravince.

      Elimina
  4. L'uomo ha bisogno di sentirsi se stesso, in pace con la sua coscienza. Ho però l'impressione che l'unica libera manifestazione di volontà, pian piano sia stata relegata ad un paio di sforzi espletati al cesso.
    Il guaio è che non ce ne rendiamo nemmeno conto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorrido...
      Immagino tu non abbia torto. Almeno: credo che la tua considerazione possa essere facilmente applicata alla vita di un discreto numero di persone.
      Tutte le altre, invece, non possono vivere che come vogliono.

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.