6 agosto 2012

Amarcord (e gli U2)

E' che per caso senti alla radio una canzone. Proprio nel giorno in cui la stazione che ascolti di solito è saltata. Ti ricordi così di un'estate ragazzina e piuttosto impacciata. Fine anni '80. Un bar. Un jukebox (ma ci sono ancora i jukebox nei bar?) e mille monete per far risuonare quella musica lunga un'intera stagione. Gli occhi si perdono per le prime volte sulle facce di qualche ragazzo che, anche se ha solo tre o quattro anni più di te, ha quell'aria irraggiungibile e distratta che, neanche a dirlo, ti affascina da morire. Non conosci neppure che nome abbia ma con le amiche ti perdi in mille chiacchiere e diecimila sorrisi immaginando scene da film che non sarebbero mai arrivate.

[foto by trafficgodsend]

19 commenti:

  1. Ho fatto in tempo anch'io a vedere (e sentire) i jukebox nei bar... comincio a sospettare di avere un po' più dei 14 anni che mi sento... :-))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avrei mai detto che la tua età andasse oltre i 14 anni!
      Ma tu pensa...

      Elimina
  2. Risposte
    1. Quella canzone degli U2 è del 1987.
      Ma forse tu non eri nemmeno nato.
      Io sì. E avevo 14 anni.

      Elimina
    2. come che dici tu? aspetta...
      ah si...
      "rido" =D

      ma alla fine degli anni '80 c'erano ancora i jukebox?

      Elimina
    3. ops, era "com'è"... ^_^

      Elimina
    4. Non ho ben capito se ridi perché sono vecchia o perché tu sei più vecchio di me.

      Sì, nel bar nel 1987 c'era ancora un juke box.

      Elimina
    5. un paesino, vero?
      rido ;)

      Elimina
  3. Quando ancora i miei nonni avevano il bar ricordo che c'era un ragazzo in particolare che mi faceva sempre mettere dei soldi nel jukebox per far scattare una canzone mentre si avvicinava a delle ragazze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco. Meno male che c'è qualcuno che, pur non essendo affatto "anziano", ricorda il jukebox nel bar!

      Elimina
  4. Ero piccoletta ma questa canzone me la ricordo bene. E i jukebox erano la mia passione. "immaginando scene da film che non sarebbero mai arrivate..". Era proprio così.. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa canzone mi ricorda ogni volta quel periodo. E mi porta a sorridere...

      Elimina
  5. Quando ero un pischello io, 16 anni o giù di lì, usavamo il giradischi a batteria, da scampagnata. Le ragazzine venivano cogli occhi sognanti, facendo chiacchiere sottovoce tra loro e risolini ingolati. Mai saputo -allora- cosa si dicessero, ma la nostra immaginazione galoppava. Noi da parte nostra assumevamo atteggiamenti da attori di film americani, che nel 50 riempivano le sale cinematografiche. Eh sì, Riccardino, io i miei 16 anni li avevo nel '50.
    Poi, dopo tanti anni sono arrivati i jukebox nei bar, ma quei balli in aperta campagna con dischi a 33 giri erano e rimangono una delizia. Non l'avete provata.
    Dimenticavo di dire che noi andavamo tutti in bicicletta mentre sulle strade ancora correvano le "Topolino".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NONNO VINCENZO!!!
      ti ho ritrovato finalmente! =D

      Elimina
    2. Ieri ciavevo da fà, per quello ho aperto il PC così tardi. Ciao nipotino Riccardino!!!
      Statte bbono =D

      Elimina
    3. che carrambata... ah ah

      Elimina
    4. OH, tutto ieri che nella testa ho "Un soldino" di Gene Pitney...

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.