20 marzo 2012

Asini e confetti ovvero dei porci e delle perle

I confetti sono sprecati per gli asini proprio come le mele rosa lo sono per i porci i quali, come tutti sanno, non mostrano di apprezzare neanche le perle. E, per tornare all'asino, ci si ritrova a perdere tempo, acqua e sapone quando si decide di lavargli la testa. Metafore nemmeno tanto complicate per raccontare come vanno certe cose. Quelle cose in cui tu sai di metterci testa e passione e intelletto e anima ma tra asini e porci c'è poco da stare allegri. E così ti accorgi che basterebbe un mucchio di sporcizia a farli felici ché né i confetti, né le perle, né l'acqua col sapone potranno salvarti. Perché gli asini resteranno asini e i porci continueranno inesorabilmente a fare i porci.

[foto dal web]


24 commenti:

  1. ahahah mi hai fatto ricordare a una cosa di ieri.
    il pensiero più o meno era questo:
    "ma che bella infilata di perle, tanto belle che piacerebbero ai porci!"
    (quella dei confetti agli asini, invece non la sapevo;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'infilata di perle mi sembra interessante...
      Dei confetti e degli asini, in effetti, si sa poco, ma dalle mie parti è un proverbio molto noto.

      Elimina
  2. ... senza offesa per gli asini e per i porci... che io conosco certi umani che agli asini e ai porci ci fanno un baffo ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne conosco anche io. E infatti spero di non aver offeso nessun asino e nessun porco, che sono creature rispettabilissime.

      Hai cambiato icona, vedo.

      Elimina
    2. Si, ogni tanto mi viene la smania del cambiamento... anche se spesso cambio in peggio ^__^
      un salutone!

      Elimina
    3. A dire il vero a me sembra in meglio, ma è solo la mia opinione.

      Elimina
  3. e comunque non è un male, è la natura che vuole che sia così

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La natura?
      Vuole che le persone restino asini o porci?
      Dici?

      Elimina
    2. Concordo con Ubi... si tratta di selezione naturale.

      Elimina
    3. Vi siete coalizzati voi due?
      Va bene, potreste essere una bella coppia!

      Elimina
  4. Risposte
    1. Non mi sembra il raglio di un asino...

      Elimina
  5. sì, assolutamente (grazie Primo Ultimo). Non puoi farci niente, ma ripeto, non è un male. Gli asini a te servono anche per farti sentire un purosangue...più o meno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certe volte però è frustrante, Ubi.

      Elimina
  6. E in quello che hai scritto si riassume il motivo del mio essere pacificamente antidemocratico. Sì, lo sono assolutamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei antidemocratico?
      Non lo avrei mai detto.
      O forse sì...

      Elimina
  7. eheh... mi viene da pensare a certa editoRAGLIA: con loro non è come spedire perle ai porci, è molto peggio, è come spedire perle a gioiellieri che... preferiscono le ghiande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zio!
      EditoRAGLIA? Gioiellieri che amano le ghiande? Strana gente...

      Elimina
    2. Ubi: molto, molto saggio lo zio.

      Elimina
  8. Una bella lezione di zoologia, direi. Però poveri asinelli, li ho visti da vicino: sono così dolci che non meritano neanche il paragone con certe bestiole umane.
    T'abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so Veil. Infatti, come ho scritto poco sopra, spero tanto di non aver offeso né asini né porci, animali degni di ogni rispetto.

      Elimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.