10 febbraio 2012

E' tornato (il pettirosso)

Con tutta la neve che il cielo ci manda (spero che si stanchi prima o poi) ci sono creature che si avvicinano per fame. Da qualche parte i lupi, altrove qualche camoscio o i cervi, qui da me c'è un pettirosso. Si era fatto vedere, entrando in casa, proprio il giorno di Natale (ne avevo scritto a suo tempo). Ora viene a mangiare quello che gli lascio sul davanzale. E' curioso e un po' sfacciato ma si fa guardare e per me è una piccola festa ogni volta che appare. Ha paura e diffida ma aspetta di trovare le sue briciole ogni mattino. La neve non gli lascia scelta ed io lo accontento senza sforzi.

[foto by mia_euridice]

26 commenti:

  1. qui, invece, è tornata la pioggia -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà contento Alemanno. Almeno stavolta non deve spalare!

      Elimina
    2. Non lo bevo. Ti offro una tisana se vuoi...

      Elimina
    3. sto bevendo un the nero arancia e spezie
      potremmo aprire uno spazio comune---

      Elimina
    4. per scrivere di argomenti, frivoli e non, che si fanno bevendo the e tisane

      Elimina
    5. dovresti pensarci, allora :)

      Elimina
  2. Risposte
    1. Davvero!
      Lui (o lei) è proprio una bellezza.

      Elimina
  3. sono delle magie che capitano soltanto in momenti particolari......forse diventano più audaci anche loro.....:))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo lo facciano perché non hanno altra scelta.
      Il resto dell'anno se ne restano a debita distanza. E fanno bene.

      Elimina
  4. sono le piccole feste che ci illuminano la vita... grazie per aver condiviso la tua storia d'amicizia col fratello pettirosso... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così mi fai sentire come S. Francesco!
      Sorrido...

      Elimina
  5. Proprio oggi ho letto su un quotidiano della Basilicata che le guardie zoofile dei parchi naturali della zona hanno consigliato di lasciare avanzi di cibo per strada per dar da mangiare agli animali selvatici sfiniti di fame a causa della neve.
    E' proprio simpatico questo pettirosso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo suggerimento.
      Sì, è una creaturina proprio deliziosa.

      Elimina
  6. Quando vengono a farmi visita un gatto un po' scontroso, un merlo dal becco giallo o un dispettoso corvo (ho una venerazione per i corvi)... mi sento sempre tutta onorata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui intorno gira un gattone bianco e grigio che io chiamo "Coso" perché non so come si chiami e di chi sia (ammesso che sia di qualcuno). Non ci sono corvi ma cornacchie. La mia preferita si chiama Assuntina, si posiziona sempre sul comignolo di una casa e resta lì ad urlare per ore.
      Vivendo in una zona di collina, circondata da alberi e campi, di animali ne vedo tanti a tutte le stagioni: pipistrelli, picchi, volpi, civette, gazze...

      Elimina
  7. Uh che bello!
    Il mio sogno è completare il mio lungo percorso verso la sociopatia e rintanarmi in collina tra gli animali!
    Ehm... si, lo so, non è un buon biglietto da visita questo :\

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io stavo valutando l'ipotesi di un eremo.

      Elimina
  8. fino a quando non sono lupi, orsi o cinghiali a cercare cibo in casa... ora mi viene da ridere a pensarci, ma sai che da queste parti ci sono le scimmie e se non si fa attenzione entrano in casa e combinano un disastro
    un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gibilterra è celebre per le scimmie.
      Stai attento eh!

      Elimina
  9. Il "mio" pettirosso si mette comodo nella scodella della mangiatoia, tutto intero.
    Nonostante l'aspetto innocuo, il pettirosso è in realtà un passeraceo prepotente, e scaccia le povere cince che tentano di avvicinarsi al balcone.
    Gli uccellini sembrano paffuti, in queste settimane, ma è solo il freddo che li fa gonfiare, e con la neve rischiano di morire di fame.
    Mio marito mi sta facendo fuori la scorta di panettoni, perchè dice che in questo periodo hanno bisogno di grassi.

    RispondiElimina
  10. E' verissimo: anche il pettirosso che viene qui è un gran prepotente. Scaccia tutti gli altri "colleghi" che cercano di mangiare qualcosa e che riescono ad arrivare alle briciole solo quando lui è altrove.

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.