9 gennaio 2012

Poveri ricchi

Ce l'hanno con loro, tutti con loro. Poveri ricchi! Una crociata di gentaccia invidiosa e incompetente che si mette di proposito, con la scusa di lavorare e fare il proprio dovere, a sbirciare negli alberghi, sotto le pellicce, dentro i Suv, tra gli incassi di gioiellerie e boutique e in mezzo agli scontrini mancati dei ristoranti. Ma come osano? Ma dove siamo finiti? Ma che mondo è questo? Plebaglia che non comprende il senso del lusso, che non apprezza il tintinnare dei soldi, la bellezza degli agi e dell'ostentazione. Puri fanatici dell'indigenza, astiosi e lividi. Nulla sanno del bel vivere, impegnati come sono a vivere come possono.

[foto by Xx-Nagato-KitxX]

20 commenti:

  1. Plaudo, Euri!
    Je_est (sì, io, il solito inguardabile spiantato)

    RispondiElimina
  2. Sorrido...
    Siamo dalla stessa parte. Come al solito.

    RispondiElimina
  3. Quando le persone corrono in cerchio
    È un molto, molto
    Pazzo mondo ...
    dolce e triste musica a spasso nei secoli da che mondo è mondo fino alla fine dei giorni.

    RispondiElimina
  4. Con l'aggravante, ormai l'hanno capito tutti, che il 99% di queste ricchezze è di origine sporca, ingiusta, mafiosa o disonesta, quando non addirittura criminale. Se i miliardari di Cortina fossero Mozart, Shakespeare e Van Gogh, non mi farebbero proprio nessuna rabbia! E invece sono quasi tutti cavrones della peggior specie!!!!

    RispondiElimina
  5. Sono tutti dei morti viventi.Io che ho fede,spero che finiscano all'inferno...anche se vorrei vederceli adesso e non lasciarmi andare ad un conforto voluto pieno di dubbi.
    PS ho lasciato un commento anche al post precedente.

    RispondiElimina
  6. Tu non ci crederai, ma io ho incontrato sul serio uno che faceva un po' i discorsi che hai fatto tu... Non c'è più limite alla follia...

    RispondiElimina
  7. @ teti: più che girare in tondo, certa gente sembra giocare perennemente a guardie e ladri.

    RispondiElimina
  8. @ Zio: è questo il dettaglio che in troppi sembrano voler sorvolare. Molti degli impellicciati e delle ingioiellate di Cortina e non solo, hanno accumulato palate di soldi in maniera piuttosto irregolare.

    RispondiElimina
  9. @ Veil: a dire il vero sono più vivi e più vegeti di quanto immagini. Sicuramente più di noi!

    RispondiElimina
  10. @ non.sono.io: io l'ho solo immaginato, ma sappiamo benissimo che la realtà va ben oltre l'immaginazione. Ergo: non mi sorprende affatto!

    RispondiElimina
  11. Finora hanno giocato sul fatto che la maggior parte della gente ha qualcosa da nascondere. Fosse anche solo qualche lezione d'inglese in nero al figlio dei vicini. E allora tutti zitti a far finta di niente, a farsi condizionare dalle belle parole dei furbi che si sentono ancora più furbi e ti guardano dall'alto dei loro suv comprati con denaro sporco. Truppe di re e regine annoiati su troni di letame. Se non ci fossero i poveracci che si affannano, essere ricchi non sarebbe così bello. Spero che, almeno per qualcuno, la pacchia finisca presto, ne abbiamo solo da guadagnarci tutti, non solo economicamente.

    RispondiElimina
  12. Non so se sia tanto facile interrompere certi circuiti. E' che i ricchi non sanno proprio fare i poveri. Anzi, non sanno assolutamente vedersi uguali alle persone comuni.

    RispondiElimina
  13. Per poco che si faccia, sarà pur sempre meglio di niente. Tutto si può imparare, no?

    RispondiElimina
  14. ahahah mica l'ho scelta io la musica!
    ce l'hai messa tu:)
    io ho solo citato una frase:)

    RispondiElimina
  15. @ espe: certo. Tutto si impara. Anche le cose giuste.

    RispondiElimina
  16. @ teti: ah... la canzone. Non ci pensavo.

    RispondiElimina
  17. Che poi è incredibile dove si erano nascosti ... a Cortina! E io che pensavo ci fossero solo Boldi e De Sica a Natale! Di questo passo li troveremo nascosti in scialuppe di 30 mt a Porto Cervo ... questa estate!

    RispondiElimina
  18. Boldi e De Sica vanno solo a girarci film, mica sono scemi.
    Porto Cervo? Non lo escludo affatto...

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.