8 ottobre 2011

Gnocche D.O.C.

Ellen Johnson Sirleaf. Leymah Gbowee. Tawakkul Karman. Donne. Di quelle che camminano a passi decisi dentro la storia. Di quelle che segnano altre strade e rivoluzioni. Donne bellissime perché muovono intelletti e scatenano mutazioni. Nobel per la Pace: un simbolo necessario a rafforzarne la lotta. Lavorano da donne per le donne con il coraggio di chi sa volere senza prostrarsi al potere. E' grazie ad Ellen, Laymah e Tawakkul che sento la fierezza di appartenere al genere femminile. Quel genere che qualcuno, da queste parti, si ostina e si limita a considerare solo come semplice portatore di un apparato genitale atto al piacere.

[foto: dal web]

16 commenti:

  1. o mamma!
    mi hai evocato un incubo a cui non avevo pensato!
    ci mancherebbe solo che cominciassero a usare quel criterio anche per i nobel e saremmo a posto:(

    RispondiElimina
  2. Santapace (sempre come dice je!)... immagino non possa accadere visto che fuori dai nostri confini certi personaggi sono un po' più intelligenti.

    RispondiElimina
  3. Credo si dovrebbe raccontare la storia di queste donne ai ragazzi, nelle scuole.

    RispondiElimina
  4. "Le donne sono la luce di ogni rivoluzione" questa frase mi è sempre piaciuta.

    RispondiElimina
  5. Niente di nuovo Eurodice, nemmeno in questo post. Sempre la stessa prospettiva sempre nel medesimo ambito. Essere belle sembra quasi un peccato, la sensualità femminile un difetto, l'uso naturale di tale prerogativa una maledizione.
    Questo tipo di ragionamento e' stolto quanto il suo esatto opposto e, temo, funzionale all'attuale momento politico; mi spiace vedere tutti d'accordo su una questione così. Cambierebbe qualcosa a livello di indignazione se i leader Dell 'opposizione cercassero " gnocca" ?
    Il problema dell'uso del corpo femminile e' legato in primis allla sensibilità delle donne e alla loro palese malizia ed essere brutte, se non deve essere una sondata condanna, non può essere neanche un inutile "privilegio "

    RispondiElimina
  6. Sono talmente d'accordo con te che volevo quasi chiedere scusa a tutte le Donne a nome del genere maschile. Ma poi mi sono detto che "quelli" sono maschi di cercopiteco (chiedendo scusa, a loro volta, ai cercopitechi). Noi (pochi?) maschi Umani non ne abbiamo colpa: noi vi amiamo e vi rispettiamo. E siamo felici per questo Premio.

    RispondiElimina
  7. @ Fiore: hai ragione. Si dovrebbe raccontare la loro storia ai ragazzi. Ma anche agli adulti visto che la stragrande maggioranza non sa chi siano e cosa stiano facendo.

    RispondiElimina
  8. @ ruhevoll: bella. Non la conoscevo... di chi è?

    RispondiElimina
  9. @ harry: no, hai ragione. Nulla di nuovo. Post di una banalità disarmante. Ed è proprio questo il problema. Quando non sarà più banale ma falso, vorrà dire che qualcosa sta cambiando. E spero in meglio.

    Essere esteticamente belle non è un peccato. Infatti io ho parlato di una bellezza altra. Il peccato è tutto in quella gente (uomini e donne) che fanno della bellezza estetica una merce. Gli uomini che sono disposti ad acquistarla, le donne che sono disposte a venderla.

    RispondiElimina
  10. @ Zio: i cercopitechi potrebbero restarci male. Non è esaltante né dignitoso essere associati a certi bipedi umani.

    RispondiElimina
  11. Ieri sono state omaggiate anche da Licia Colò durante la trasmissione "Alle falde del Kilimangiaro". Ho subito pensato alle parole di questo post. Concordo anche con la tua risposta data a Harry.

    RispondiElimina
  12. più che un post un manifesto.e dovrebbe essere così.per fortuna esistono anche altri esempi da poter seguire

    RispondiElimina
  13. Per fortuna sì. Il problema è che se ne parla raramente.
    Mentre certa "feccia" riempie giornali, siti, programmi e via dicendo.

    RispondiElimina
  14. Stavolta concordo pienamente con te, Euri: tanto di cappello a loro e al loro Nobel…
    Peccato solo che tre su tre miliardi (circa), non è proprio quel che si dice “una percentuale da elezioni bulgare”. È l’altro 99,999999999999 %, che non dà scampo al vostro genere.
    (ecco, adesso mi dice che sono misogino)
    Basilico

    RispondiElimina
  15. Tu sei misogino. Lo sappiamo da tempo. Dovrai innamorarti di nuovo per guarire.
    E poi non sono solo in tre. Io conterò pur qualcosa, anche senza Nobel!

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.