7 luglio 2011

Di una bellezza che non si spezza

Un po' più serena. E mi basta. Ti ho vista sorridermi con un filo di trucco e chiedermi: "Dimmi la verità, come sto?". Era semplicemente ora che un'aria leggera soffiasse sul tuo viso, amica mia. Solo un barlume di spazio per te e per ciò che sai provare, la (ri)scoperta di emozioni da sbriciolare in sorrisi e gelato alla panna. Non importa cosa né come sia, mi commuove l'impatto di una carezza inaspettata che meritavi da tempo. L'inconsistenza perenne e il disamore di chi ti aveva giurato l'eterno è un'erba velenosa che ti ha sporcato la vita e fatto dimenticare quanto tu sia bella. Bella di una bellezza che non si spezza e che nessuno ha diritto di tramutare in dolore.

[foto by alexkatana]


16 commenti:

  1. Permettiamo agli altri di farci stare bene o male, di farci sentire belli o brutti, e tutto questo non è evitabile se si vuole vivere. Ma è importante avere il segreto della separazione e della non identificazione, quel segreto che ti fa spuntare nuovi germogli anche quando intorno tutto sembra deserto, perchè è un segreto che ti fa fuggire un attimo prima di morire... e ti salva la vita.

    RispondiElimina
  2. Panta rei, Euridice mia, lo sai bene. Purtroppo e per fortuna, tutto scorre.
    Basilico

    RispondiElimina
  3. @ ruhevoll: purtroppo, anche inconsapevolmente, permettiamo spesso agli altri (anche a chi non ne ha alcun merito) di farci sentire ciò che non siamo.
    Lei è stata messa da parte per tanto tempo, ha trascurato se stessa e si è imbevuta di tutto il dolore che un compagno sbagliato le ha inflitto. Ora sta meglio perché le hanno fatto notare di essere una bella donna!

    RispondiElimina
  4. @ Basilico: per fortuna, direi. In questo caso è proprio una fortuna e non vedo l'ora che, scorrendo, passi definitivamente e per sempre.

    RispondiElimina
  5. quanto ci influenza una parola o un atteggiamento! quanto ci rovina!!
    mp

    RispondiElimina
  6. Sì. Ci lasciamo devastare da così poco... Il problema sta tutto nell'eccessiva importanza che diamo agli altri o nella scarsa fiducia in ciò che siamo.

    RispondiElimina
  7. Molte volte perdiamo l'immagine che abbiamo di noi perchè arriva quella che gli altri, con imponenza, ci appioppano senza nemmeno volerlo.
    è bello riscoprirsi in un altro modo, o in altri mille modi...anche grazie all'aiuto d'altri!

    RispondiElimina
  8. ciò che trovo "bellezza" é questo sentimento di amicizia puro

    RispondiElimina
  9. Le cattive persone dovrebbero imparare a non devastare la vita degli altri. Ma gli altri dovrebbero imparare a non farsi devastare la vita dalla gente cattiva.
    Quando lo si capisce, in genere, è sempre tardi!

    RispondiElimina
  10. @ Occhio.Cavo: è un'amicizia vecchia che si nutre di poco visto che non possiamo vederci ogni giorno come un tempo, ma è tra le cose più preziose che io abbia.

    RispondiElimina
  11. I complessi di inferiorità che mi porto dietro,li hanno appoggiati sulle mie spalle persone sfacciate ed un tantino cattive solo per il gusto di apparire tali.Stupidamente presto troppa attenzione restando sotto le macerie di un'autostima che si fa sempre più polvere. E' bello,ogni tanto,sentirsi dire un complimento ma quello che è importante è sentirsi bene e belli a prescindere da cio' che ci dicono.Un abbraccio forte e scusa l'assenza dovuta ad una vacanza.

    RispondiElimina
  12. Beato te che sei stato in vacanza, meritatissima tra l'altro.
    Dunque: ho sempre pensato che i prepotenti esistono perché ci sono i deboli. Secondo me serve diventare un po' più cattivi e, ogni tanto, rispondere al fuoco con altro fuoco. Ci si possono togliere anche un po' di soddisfazioni, credimi!

    RispondiElimina
  13. Mi ha emozionata la delicata forza delle tue parole.
    E' fortunata, la tua amica,ad averti accanto e di fronte, a farle da specchio.
    Nonostante l'angoscia di credersi inadeguate e poco interessanti a causa di scarsa autostima.

    RispondiElimina
  14. L'autostima della mia amica è precipitata in una sorta di voragine fatta di silenzi, assenza, tradimenti, ipocrisia e cattiveria gratuita.
    Si sta ricostruendo un po' per volta, magari puntando unghie, desideri e pensieri in un terreno diverso.

    RispondiElimina
  15. bellissime parole.. entrano nel cuore non solo della tua amica.

    RispondiElimina
  16. Ne sono felice, Lela.
    Forse fanno bene anche a tutte le amiche che passano di qua.

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.