10 maggio 2011

Il fondo è un effetto rassicurante della superficie

C'è sempre un altrove. Quell'invisibile agli occhi che si ripara nel sottosuolo imbevuto di presenze. Lì dove si muove, tragico o sublime, un cosmo. Percepire l'esistenza di un limite, al di là di un'apparenza, dà il senso concentrico della coscienza. Esiste e si può persino toccare, a volte, quel profondo fondo. Sbirciare nelle crepe del visibile è un'arte di delicata inclinazione. Non per tutti, intendo. L'inafferrabile esiste solo perché si sceglie di non sprofondare, tra rischio e fascino, in ciò che conta.

[foto by Hengki24]

12 commenti:

  1. "L'inafferrabile esiste solo perché si sceglie di non sprofondare, tra rischio e fascino, in ciò che conta."
    ...e il naufragar m'è dolce in questo mare.

    RispondiElimina
  2. La percezione di un limite porta a superarlo. E' questo il bello. xxx

    RispondiElimina
  3. @ Frau: è per questo che esiste il fondo proprio sotto la superficie.

    RispondiElimina
  4. il fondo? ma non serve per puntarsi con i piedi e riemergere?

    RispondiElimina
  5. Guardare un fondo visibile mette sicurezza perchè ci prepara a cio' in cui andremo incontro? In effetti quello che non si vede,quello che non si conosce,l'ignoto,un fondo mancante mette timore,dubbio e paura.Spero di aver afferrato il senso di tanta saggezza che,col tempo, diventa sempre piu' profonda.Complimenti,come al solito,della tua impeccabile scrittura.

    RispondiElimina
  6. @ teti: sì, serve anche a quello. E sapere che, in fondo, c'è un fondo su cui far leva per tornare a galla è molto rassicurante. Non trovi?

    RispondiElimina
  7. @ Veil: sì. Un fondo mancante mette timore. Se ti trovi in acqua e non sai nuotare, vedere che, oltre la superficie, c'è un fondale, ti dà forza e ti rassicura. Non è vero?

    I tuoi complimenti sono sempre troppi e troppo generosi. Ti ringrazio.

    RispondiElimina
  8. rassicurante___ non so, potendo scegliere preferirei restare in superficie senza dover per forza toccarlo sperando di trovarlo e che non sia paludoso.
    ma che ci sia è certo, a meno di capovolgere anche quell'assioma!

    RispondiElimina
  9. Non è detto che ci sia. Soprattutto in certe situazioni e in certi momenti. Hai presente i pozzi senza fondo? Ecco...

    RispondiElimina
  10. anche i buchi neri___ assomigliano. sì.
    beh, se non c'è fondo materiale, sicuramente c'e la fine umana, soggettiva e collettiva. basta che si sbrighi!

    RispondiElimina
  11. Ecco, vedi? C'è di peggio...
    Lo so, ma sembra prendersela comoda 'sta benedetta Apocalisse.

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.