2 maggio 2011

Guai a voi anime prave

Felici ad ogni costo. Folgorante imperativo che vedo appicciato praticamente ovunque. Come fosse l'undicesimo comandamento di una tavola che di sacro non ha più nulla. La felicità te la sputano in faccia con facce beote e quattrini a profusione ma poi ti vengono a dire che per essere felici basta poco. Quale sarebbe questo poco, però, nessuno lo spiega. Infatti alla fine nessuno è felice perché è troppo impegnato a cercare di esserlo a tutti i costi o a raccontarsi di esserlo davvero.

[foto by panpropanbutan]

12 commenti:

  1. Per essere felici occorre avere tanti soldi, buona salute, ma soprattutto essere idioti.
(G. Flaubert)

    e comunque:

    Chiediti se sei felice e cesserai di esserlo.
(J.S. Mill)

    (personalmente mi basterebbe essere contenta ogni tanto:))

    RispondiElimina
  2. Concordo perfettamente con Flaubert. Credo che la felicità, spesso, abbia perfetta attinenza all'idiozia.

    Ed io spero che tu sia contenta di tanto in tanto. Perché no?

    RispondiElimina
  3. già! sarà che passo direttamente all'allegrezza con tutte ste minchiate che ci propinano ogni giorno chissà a coprire quale minchiata più grande hanno fatto o stanno per fare!
    (mi riferisco ai fatti di cronaca pakistani ahahahh bella questa), fra l'altro non so se hai sentito questa perla:
    Per Michela Biancofiore l’uccisione di bin Laden può essere letta “come un nuovo enorme miracolo regalato da Giovanni Paolo II al mondo”.
    peccato che non posso votarla!!!

    non posso renderti felice e manco contenta ma almeno ti ho resa allegra?
    (vado a piangere per conto mio)

    RispondiElimina
  4. Quella non è felicità. Non quella che si prova dopo l'acquisto di cose sotto forma di cose o di cose sotto forma di persone.

    RispondiElimina
  5. @ teti: una perla simile mi era sfuggita. E non ho mai sentito nemmeno nominare (per fortuna) la Biancofiore. Davvero una sortita geniale!
    Il problema è che una marea di personcine vivrà tale affermazione come un'illuminante verità.

    Allegra? Di certo!

    RispondiElimina
  6. @ espe: non è quella la felicità? Ma cosa dici?!
    Lo sai che la TV dice che la felicità è esattamente questo! E se la TV dice questo, DEVI crederci...

    Anarchica!

    RispondiElimina
  7. Per essere felice mi basterebbe evitare le sventure. E anche la tv. [xxx]

    RispondiElimina
  8. Come diceva il grande Snoopy: "La felicità è l'intervallo tra due martellate".
    Ecco.

    RispondiElimina
  9. Felice ad ogni costo?
    Famme controlla’… felice ad ogni costo è “sì”, Euridi’
    Quattrini a profusione… embe’, te pare poco?!?
    Vòi sape’ come se fa? Nun ce vo’ niente, guarda, basta zompa’!
    Tu me dirai: “Ma così è troppo facile!”
    Eccerto! Facile è bello!
    Vòi sape’ com’è, facile?
    Facile… “Sì”, Euridi’…
    Facile, “sì”.
    Stavolta resto anonimo, me firmo co’ un anagramma
    Pecazzone

    RispondiElimina
  10. Caro Pecazzone,
    ogni volta che ti leggo non riesco a trattenere una risata. Chi mi sta attorno mi guarda e non capisce, ma non importa...

    RispondiElimina
  11. felici ad ogni costo, ma c'è crisi cara. [elb]

    RispondiElimina
  12. La elby!!!
    Qual buon vento...
    Ed io che pensavo che fossi finita nelle file dell'esercito della salvezza.

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.