29 marzo 2011

Ormoni e Neuroni

Facciamo che per una volta mi adeguo al genere generalizzante. E dico che per me questa storia che l'attrazione, per gli uomini, è un fatto di ormoni mentre, per le donne, è un fatto di neuroni, non è poi così sbagliata. Adesso ci saranno uomini che si affretteranno a dire che loro apprezzano anche i neuroni e donne a ribadire che anche per loro l'ormone ha un senso. Non dico che non sia così ma tengo a ricordare che sto generalizzando. Anche perché di eccezioni, in giro, ne vedo davvero poche. Soprattutto tra gli uomini.

[foto by WithinEye]

42 commenti:

  1. attrazione magnetica?
    sono i misteri della scienza:))
    altri tipi non mi ricordo, più che altro mi intendo di strategie respingenti o dissuasorie:))

    RispondiElimina
  2. Non mi sembrano molto misteriosi questi misteri. Anzi...
    Di quelle strategie sono esperta anche io.

    RispondiElimina
  3. il mondo capovolto, per me è stato ormone, per lui neurone, ma si sa che, della coppia, io sono l'uomo :)

    RispondiElimina
  4. Oh, ma mica siamo animali che vanno in estro.
    Non ci ho mai creduto, semmai è stata una scusa furba che si avvaleva delle credenze della nostra stupida cultura e di chi voleva cascarci, questo lo ammetto, ma avevo un fine che era ben al di là degli ormoni e di una scopata scambiata per bisogno: lei mica era un piatto di spaghetti!

    RispondiElimina
  5. @ quaglia: anche io sono un po' uomo, lo confesso. Infatti nonostante sia attratta essenzialmente dal neurone, mi rendo conto che senza ormone non potrei amare.

    RispondiElimina
  6. @ ruhevoll: sì, siamo anche animali. Ma siamo in estro costante, secondo me.
    La tua sembra tanto una giustificazione però!
    Coscienza sporca?

    sorrido...

    RispondiElimina
  7. Easy: Oltre a quest'utile generalizzazione ci metterei dentro pure la teoria dell'attaccamento di Bowlby.

    RispondiElimina
  8. Or-mo-ne! Or-mo-ne! Or-mo-ne!

    RispondiElimina
  9. Nessuno ama con i neuroni.

    Ognuno e' mosso dagli ormoni , solo che quelli maschili differiscono da quelli femminili.

    Ma sempre di ormoni si tratta.

    RispondiElimina
  10. Il mio ormone è scatenato dai neuroni. Fosse pure Kermit la Rana. Ma mi accorgo che se i neuroni fossero tassati, ci sarebbero delle persone che riuscirebbero ad ottenere un rimborso. Baci m_e.

    RispondiElimina
  11. @ Easy: ma la teoria dell'attaccamento di Bowlby non era riferita ai bambini e alle loro mamme?
    Ecco... sì, allora è piuttosto pertinente.

    RispondiElimina
  12. @ Je_est: e ti pareva!
    Scommetto che hai abbassato anche la voce di due toni... come sappiamo. Vero?

    RispondiElimina
  13. @ Blog Surfer: io amo anche con i neuroni. Fidati!
    E ci sono pulsioni che arrivano in collaborazione con gli ormoni. I primi non escludono i secondi e viceversa.
    Le regole, per certe cose, non sono mai troppo precise. Per questo ho generalizzato: è molto più comodo!

    RispondiElimina
  14. @ Emma: anche il mio ormone è scatenato dai neuroni. Vanno d'amore e d'accordo di solito. E se funziona solo uno dei due, di solito non è amore.
    I neuroni tassati? Bellissima idea.

    RispondiElimina
  15. allora ti giro la questione : ritieni piu' nobile chi ama con i neuroni o con gli ormoni ?

    RispondiElimina
  16. Credo nelle vie di mezzo, in questo caso.
    Non si può amare solo coi neuroni né solo con gli ormoni.
    E tu come ami?

    RispondiElimina
  17. a volte con gli ormoni a volte con i neuroni. l'ideale e' con entrambi ma non sempre e' possibile ( e non solo per colpa nostra ma anche di chi sta dall'altra parte ).
    direi che siamo totalmente in disaccordo ma almeno io non sono razzista :)

    RispondiElimina
  18. e' tutta la mattina che discuto che tre persone che proclamano che le donne amano solo con la testa e gli uomini con qualcos'altro.
    Poi faccio un'indagine statistica e scopro che tutte vorrebbero scoparsi da Brad Pitt e George Cloney agli Spandau Ballet : nessuna , ripeto , NESSUNA che mi abbia detto Zichichi, Michelangelo o un qualsiasi altro intellettuale.
    Eppoi,come non bastasse, i trogloditi siamo noi uomini, ovvio (ecco perche' razziste) :))

    sorry, ma le donne (tu esclusa, ovviamente) predicano bene ma razzolano male ;))

    e io le adoro lo stesso.

    RispondiElimina
  19. Non so con chi tu stia discutendo, ma parlando solo per me ti posso assicurare che, seppur riconoscendo la "beltà" (meramente estetica e tutta soggettiva) di certi vip, io continuo a trovare sensualissimi uomini anche bruttini ma con una grande personalità e un'intelligenza eccellente. (sarà per questo che i miei fidanzati non sono mai stati degli adoni...)

    Ho un debole per i letterati però: Camus, Bene, Kant, Kavafis, ecc. Nessuno di loro è vivo. Nessuno di loro era bellissimo. Eppure io avrei potuto innamorarmi.

    RispondiElimina
  20. Eury , io ci credo che tu abbia un moroso intelligente e brutto ma , se vogliamo generalizzare , non si possono fare queste distinzioni di genere.

    La verita' e' che ognuno ama con quel (poco) che ha e come puo' .

    tutto qua.

    un abbraccione.

    RispondiElimina
  21. No, non si possono fare queste distinzioni. L'unica cosa di cui sono certa è che ho provato sentimenti importanti per persone che non erano (e non sono) dei sex symbol.

    Un abbraccio a te.

    RispondiElimina
  22. Probabilmente mi sono espresso male, non ho la coscienza sporca. Penso che non siamo animali perchè abbiamo la capacità di immaginare e non la coazione alla procreazione (siamo prossimi ai sette miliardi e farei un monumento agli anticoncezionali), ma mi piace molto se dici che siamo in estro costante perchè per me sgnifica che la sessualità non dipende dagli ormoni ma dall'immagine interna, il corpo poi ovviamente deve funzionare. So bene che quando avevo vent'anni ero quantitativamente più pimpante di oggi, ma sia allora come adesso se una ragazza non corrispondeva alla mia immagine (per quanto indefinita fosse) non c'era storia, alla faccia degli ormoni in subbuglio.
    La sessualità non è un bisogno, a me non scappa di pisciare dentro una donna. Quindi, almeno per me, è l'immagine che muove tutto e non mi risulta che l'immagine sia influenzata dagli ormoni, semmai lo è dalla fantasia e da quel meraviglioso gioco di seduzione che è fatto di realtà interna che si manifesta attraverso il corpo in movimento, con buona pace degli organicisti.
    Il problema nasce se qualcuno ha un'immagine piatta o guasta e confonde la sessualità con altro (vedi i pedofili) ma allora non è sessualità ma patologia criminale.

    RispondiElimina
  23. Io ho fatto un esperimento sociologico. Ho creato un profilo "neuronale" con la mia foto originale e ho contattato diversi altri profili femminili (di quelli "a me piace intelligente, state alla larga se avete problemi con i congiuntivi") con messaggi abbastanza ironici e brillanti. Media delle risposte: discreta tendente al basso.

    Controprova : sostituita nel profilo qualsiasi triade sùpera ("Tesi-Antitesi-Sintesi", "Spirito-Corpo-Anima"...) con altra sublunare tricotomia ("Cazzi-Mazzi-Ramurazzi") ma accompagnandola da fotografia credibile di bel-tenebroso-che-si-rade-col-machete, e creando messaggi altrettanto terra-terra e non a prova di congiuntivo alle STESSE persone di prima: 100% di risposte

    E poi dice che uno diventa misogino ;-)

    RispondiElimina
  24. Euridice,ho letto il tuo commento nel mio blog.Ho capito a chi e a cosa si riferiva.Ti domando:ti rendi conto? C'è una matta ossessionata da fantasmi inesistenti.Mi costringeranno ad eliminare il blog.Un abbraccio e scusami per l'assenza,sono ritornato a lavoro.

    RispondiElimina
  25. Direi che la somma ormone+neurone può dare grandi risultati, anche invertendo l'ordine dei fattori.

    RispondiElimina
  26. Quando abbasso la voce di due toni ti muovo di più l'ormone o il neurone?

    RispondiElimina
  27. @ ruhevoll: l'immaginazione è una delle nostre risorse più importanti. La nostra sessualità, infatti, dipende da qualcosa che arriva da dentro e che sappiamo riconoscere ma anche controllare e gestire (non siamo animali no?!).
    Ci muovono una serie di elementi. Ed ognuno di noi ha i suoi, ha le sue "immagini", come dici tu.

    Le patologie sono casi a parte. E per ora non ne parliamo.

    RispondiElimina
  28. @ Tombeur: sei diventano misogino? Ma no!

    Il tuo esperimento lo hanno fatto diverse persone. Anche delle donne. E anche nel loro caso i risultati sono gli stessi. I-D-E-N-T-I-C-I!

    E poi una dice che diventa misandrica!

    RispondiElimina
  29. @ Veil: sì, hai capito perfettamente. Ma ti ho spiegato (in altra sede) cosa fare. Stalle alla larga... tutto qui.

    Non chiuderanno il tuo blog per colpa sua. Stai tranquillo.

    Un abbraccio e non preoccuparti per l'assenza: lo so che hai un lavoro un po' particolare.

    RispondiElimina
  30. @ espe: concordo con te. Ma ci deve essere una sommatoria di elementi. La totale assenza di uno dei due diventa angosciante se non un tantino triste.

    RispondiElimina
  31. @ Je_est: a dire il vero mi fai ridere un bel po'. Ma non so se sia dovuto agli ormoni o ai neuroni. Forse dipende solo dal diaframma...

    Sorrido.

    RispondiElimina
  32. Beh, sì, lo immagino, non credo di avere la paternità dell'esperimento ;-)
    Però da questo si può concludere solo che è un problema universale, e il dosaggio tra neuroni ed ormoni varia caso per caso e dipende sempre dalla persona con cui si ha a che fare. A me pare un po' più facile mettere d'accordo i neuroni che non gli ormoni, anche perché l'ormone scatta da solo senza mediazioni razionali e se non è corrisposto può girare finché vuole. A tutti, immagino, succede che s'accenda l'ormone di fronte al proprio ideal-tipo. Ma bisogna vedere se scatta anche dall'altra parte. Anche a me piacerebbe accendere gli ormoni dell'Isabelle Adjani di turno (giusto per parlare di idealypen). Però per compensare la mia dotazione estetica dovrei avere neuroni da Nobel; e perciò evito alchimie e proporzioni e mi affido 1) al caso e 2) alla cironvenzione d'incapace ;-)

    RispondiElimina
  33. Hai scritto bene: è tutto molto soggettivo.
    C'è chi riesce a domare meglio i propri ormoni e chi i propri neuroni.
    Penso che Isabelle Adjani sia una bellissima donna. Anche ora che non è più giovanissima!

    Io preferisco Bardem, ma dicono sia con la Cruz.

    RispondiElimina
  34. Che poi mi son svegliata nel cuore della notte pensando: perchè ho scritto fattori, se erano addendi? Ho bisogno di ferie, altro che ormoni.

    RispondiElimina
  35. Ah sì?
    Beh... in effetti è stata la prima cosa che ho notato.

    Mah!

    RispondiElimina
  36. Minchia, 36 commenti, 37 con il mio. Si vede che l’argomento eccita la platea.
    Be’, che dire?...
    Scientificamente parlando si potrebbe obiettare che l’intelligenza esiste in quanto esiste un cervello che la possiede (sì, lo so che è stato appurato solo per il genere maschile, ma prendiamolo come un assunto universale, ok?), onde per cui la materia (e quindi anche l’ormone) è l’origine del pensiero. In sostanza l’intelligenza sarebbe una specie di sottomultiplo dell’ormone (che non è solo quello sessuale).
    D’altro canto, associare la materia al pensiero non ci riesce bene, visto che da sempre tendiamo a separare il materiale da ciò che trascende.
    Per conto mio gradirei una margherita con prosciutto crudo. All’ormone dell’intelligenza ci penserò poi, magari.

    RispondiElimina
  37. Ho notato anche io che l'argomento ha stuzzicato i commentantori. Evidentemente "tira"!

    Non ho ben capito: le donne non avrebbero cervello? Lo sai che qui parte un "vaffa..." grande come un jet sì?

    Andiamo avanti. L'ormone dell'intelligenza, a dire il vero, non avevo pensato. Ma esiste?

    Per una bianca con funghi porcini. Grazie!

    RispondiElimina
  38. Esiste, esiste. Il nome scientifico è Testo-ne.
    Basilico

    RispondiElimina
  39. Testo-ne?
    Quanto sono ignorante!

    RispondiElimina
  40. Elettroni in entrambi i casi (sorrido) (wu)

    RispondiElimina
  41. Il buon WU!!!

    Bello vederti qui di nuovo.

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.