14 marzo 2011

Lo strazio di Tiffany

Tiffany era una cavalla. Ha preso parte ad un Palio, quello di Ronciglione, Viterbo. L'asfalto (!) su cui correva era bagnato e Tiffany si è schiantata con violenza contro le protezioni. Il metallo le ha tranciato il petto. E' caduta a terra agonizzante. Per qualche istante si è contratta per la sofferenza e poi è morta. Senza una ragione, senza rispetto. Doveva divertire gli uomini, Tiffany. Dava spettacolo. "Perché è tradizione", dicono. Io non vedo altro che insignificanti barbarie. Le vedo ovunque gli animali vengano "usati" per il sollazzo dei bipedi umani. Vorrei che abolissero questo genere di manifestazioni (e non solo). Non servono a nessuno e non servono a niente. La Storia si può rispettare anche senza seviziare ed uccidere gli animali.

15 commenti:

  1. Sono così ingiuste queste azioni umane, così assurde. Uomini che si commuovono davanti ad un sorriso di un bambino e poi per tradizione decidono di giocare con animali portandoli alla morte. Ma quanta contraddizione c'è nel genere umano. Succede anche con i tori,in Spagna. Giocano ad istigarli per poi inforcarli. La Storia sarebbe la memoria della cultura,anche.Ma questa non è cultura.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. che storia triste e ...che triste realtà!

    RispondiElimina
  3. @ Veil: non sopporto chi sfrutta gli animali in maniera insensata e violenta. Purtroppo in tanti continuano a non avere il senso del rispetto per queste creature. Detesto le gare fatte con gli animali, ma anche il circo, i vari Pali, le fiere, le mostre, le corride, gli zoo e quant'altro preveda la presenza "coatta" di animali. Tutti quei luoghi e quelle circostanze che trasformano gli animali in vittime.

    RispondiElimina
  4. @ EMMA: una vicenda terrificante. Ho letto la storia di Tiffany questa mattina. C'è anche il video online. Non volevo vederlo. Ci ho pensato per l'intera mattinata poi mi sono fatta coraggio e l'ho visto. Sono rimasta di sasso. Ed ho pianto. Non ho potuto fare nient'altro.

    RispondiElimina
  5. Che tristezza. Per me i vari palio e affini hanno smesso di esistere da quando ho avuto cavalli.

    RispondiElimina
  6. E che dire di quei poveri serpenti rinchiusi in delle teche minuscole? o degli alligatori immobili in una vasca piccolissima? quella non è vita ma tortura! Li ho visti con mio figlio allo zoo safari in Puglia ,se non sbaglio, e da allora ho deciso di non andare mai più in luoghi simili!Denuncerei pure la cosa ma...a chi???

    RispondiElimina
  7. @ Emma Peel: io ho il terrore dei cavalli. Pensa...
    Continuo comunque a pensare che i Pali, le Giostre, i Caroselli e quant'altro siano maltrattamenti belli e buoni.
    Non mi sembra tanto complicato da capire, ma i paraocchi, a quanto pare, li portano più i bipedi umani che i cavalli.

    RispondiElimina
  8. @ EMMA: zoo, zoo safari, esposizioni, ecc. Una stessa insensata logica che, ormai, dovremmo aver superato visto che ci riteniamo civili ed evoluti.

    RispondiElimina
  9. Spesso fanno paura perché sono imponenti, orgogliosi e non servili. Io se si potesse, andrei in giro solo a cavallo :)[ come "diceva" il Giovane Holden: 'guardate la maggior parte della gente, impazziscono per le macchine... e se si comprano una macchina nuova già cominciano a pensare di "darla dentro" per una ancor più nuova. A me non piacciono neanche le macchine vecchie. Non mi interessano. Preferirei un dannato cavallo. Un cavallo per lo meno è umano'].

    RispondiElimina
  10. @ Emma Peel: suppongo che mi facciano paura perché non li conosco abbastanza. Conosco cani, gatti, pesci e vari altri animali, ma coi cavalli non ho avuto grande contatto.
    Un po' ti invidio.

    RispondiElimina
  11. @ Mr: se la vita in palio è quella degli uomini che scelgono scientemente di partecipare a certi eventi, è un conto. Quella degli animali che vengono indotti (e costretti) a certi spettacoli, per loro del tutto innaturali, andrebbe tutelata e rispettata molto di più di quanto avviene.

    RispondiElimina
  12. E' la presunzione di essere superiori, che ci porta ad essere il contrario.

    RispondiElimina
  13. Siamo esattamente quel contrario.

    RispondiElimina
  14. a proposito di barbarie....
    questo video l'ho girato in spagna l'anno scorso:
    http://www.youtube.com/watch?v=nkGIpuE8YtU

    evito di dirti cosa si prova ad assistere alla corrida... se sei troppo sensibile non guardare:
    http://www.youtube.com/watch?v=GT26tyGx8Kg

    un salutone

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.