22 febbraio 2011

Dies irae

Uno dopo l'altro, cadranno. Un domino spietato e tragico in quella striscia d'Africa leccata da un Mediterraneo violaceo e troppo vicino. E' finito il tempo dei padri mansueti e silenti. Ci sono solo figli stanchi di somigliare al nulla, infelici per costrizione ed impazienti di fagocitare il mondo. La velocità è la stessa di una ragnatela di grida rabbiose e scellerate. L'emulazione, infatti, percuote terra ed aria. Avvicina e travolge perché dovrà condurre a mutamenti epocali. E costerà tanto altro sangue.

[foto by intao]

14 commenti:

  1. ___ ecco____ in effetti, non è facilissimo come tema___ un'altra coincidenza___ averne parlato quasi in contemporanea___ , buona serata!

    RispondiElimina
  2. Soprattutto, non so quanto ne saremo esenti. Fa paura, quello che sta succedendo.

    RispondiElimina
  3. @ teti: il tema è complesso e spinoso. Non facile da trattare, non facile da risolvere. Ogni giorno l'inquietudine aumenta.
    Buona giornata...

    RispondiElimina
  4. @ je_est: non siamo esenti. Impossibile. Anche se in tanti pensiamo che quanto sta accadendo non ci riguardi affatto.

    RispondiElimina
  5. Non lo so, Ubi. Ma le somiglia parecchio.

    RispondiElimina
  6. A me questi eventi mettono terrore. E' vero: uno dopo l'altro stanno scoppiando in rivolte che,sempre,si sporcano di sangue e morte. A volte ho la paura che la striscia di questo domino giunga anche qui in Italia. Ma infatti è vero che è finita l'epoca di Mosè ed Aronne.Non si puo' essere sempre gli agnelli da sacrificare.Prima o poi la stanchezza della moseria si ribella.

    RispondiElimina
  7. Sta già giungendo in Italia, sotto forma di migliaia di persone che fuggono e che cercano un'altra vita.

    RispondiElimina
  8. Dopo aver sperato (invano) negli immigrati per una vera lotta alla 'ndrangheta, non ci resta che sperare nel vento nordafricano per cambiare l'aria anche un po' dalle nostre parti. (wu)

    RispondiElimina
  9. Serp che tutti 'sti morti non sia inutili.

    RispondiElimina
  10. @ wu: la 'ndrangheta è troppo grande e troppo radicata per essere sfiorata dalle proteste degli immigrati.

    RispondiElimina
  11. @ Mr: sono certa che non lo siano. Non ora.

    RispondiElimina
  12. Chi può dire dove porterà tutto ciò? E’ spesso capitato che eventi di portata molto più vasta abbiano lasciato il tempo che avevano trovato e che altri apparentemente di poco conto abbiano, invece, sovvertito la storia. Fatto sta che questa Storia ci tocca da vicino e diventa difficile coniugare il senso di giustizia insito in noi con la paura di dover rinunciare ad una parte di quell’onnipotenza cui ormai ci siamo abituati, per condividerla con chi oggi ne chiede sotto forma di libertà e uguaglianza; con chi domani potrebbe desiderarla tutta per sé sotto forma di predominio… e ottenerla.
    Sì, oltre l’ipocrisia che grida “Non è giusto”, ma che non muove un muscolo, sono d’accordo con Je est… : fa paura. Seppure non sarà la fine del mondo, fa paura.
    Basilico

    RispondiElimina
  13. Sono sicura che quello che sta accadendo in nord Africa avrà delle conseguenze storiche molto rilevanti.
    Ovviamente si tratta di conseguenze che non lasceranno indenni la vecchia Europa, soprattutto la vecchia Italia.

    Ricordi? "Una faccia, una razza...".
    E' così che funziona!

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.