30 novembre 2010

L'ultimo vecchio

Ha scelto persino come. E non è proprio da tutti. Ha deciso che gli ultimi anni non sarebbero stati violati né sfilacciati da alcun morbo. Ci avrà pensato un po', quello che basta, e poi ha spiegato le ali. Forse con un minuscolo sorriso e qualche racconto in testa. Restano le facce, le parole e miliardi di fotogrammi. Per cui non è morto.

[foto by raschiabarile]

12 commenti:

  1. ed era pure antipsiconano...una grave perdita.

    RispondiElimina
  2. Chi è dotato di cervello funzionante non può che essere così.

    RispondiElimina
  3. Per ammazzarsi a 95 anni, non so se ci voglia più coraggio, pazzia, o sfiducia nel futuro.
    So solo che speravo ancora di veder uscire un suo nuovo film, e che adesso mi mancherà davvero.
    Adesso chi ci rimane?
    Forse Virzì: per il resto, meglio lasciar perdere e darsi alla lettura dei classici...

    RispondiElimina
  4. Credo che lui non fosse né coraggioso, né pazzo. Forse un po' sfiduciato sì. Nelle interviste più recenti aveva spesso parlato del "buco nero" in cui il nostro Paese è caduto. Soprattutto dal punto di vista culturale ed artistico e soprattutto per colpa di una classe politica decisamente impreparata e priva di ogni stimolo intellettuale.

    Adesso non c'è nessun altro. Non di quella scuola, non di quella età. Era davvero l'ultimo vecchio.

    RispondiElimina
  5. Forse è solo che voleva così.
    E non è stato lo schianto ad ucciderlo, semplicemente la stanchezza.
    Credo sia umano.
    Basilico.

    RispondiElimina
  6. Aver raggiunto la sua età con la lucida intelligenza proibita anche a trent'anni a qualche pagliaccio che genio si sente. E poi spiccare il volo per sconfiggere un male incurabile. Io sottoscriverei una vita e un finale così, anche senza poter contare sulla longevità delle sue opere immortali. (wu)

    RispondiElimina
  7. @ Basilico: sicuramente ha voluto così. Un gesto all'altezza della sua volontà.
    Stanchezza? Può darsi. O forse il rifiuto di diventare vittima della malattia.

    RispondiElimina
  8. @ wu: invidio anche io le persone che, come lui, sono arrivata a quella età con un cervello ancora tanto vigile e tanto attivo. Probabilmente perché lo ha tenuto vivo ogni istante della sua vita.
    Un percorso davvero esemplare. E una scelta a chiudere che, personalmente, rispetto profondamente.

    RispondiElimina
  9. Ha fatto male. Ha fatto di testa sua senza farsi rompere la minchia da nessuno. A noi ha lasciato queste discussioni e la sua opera ma per me ha fatto male. Secondo me ha avuto paura. Capita di non reggere alla prova del metafisico: era un grande vecchio ma si è suicidato da vecchio.

    RispondiElimina
  10. In casi del genere nessuno deve giudicare.

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.