29 ottobre 2010

Quota rosa

Sono una quota rosa. A prescindere dal fatto che non ho mai amato il rosa, mi secca non poco essere contattata per far parte di liste elettorali non ben identificate. Sì, vivo in un piccolo centro. Sì, una decina d'anni fa ho già provato l'esperienza. Ergo: mi è bastata. Mi dicono che sono una donna e che averne una in lista fa il suo bell'effetto. Mi dicono che ho una buona cultura e che mi conoscono. E mi dicono pure che sono degna di stima. Eppure a me quel rosa continua a starmi sullo stomaco.

[ foto by HaruNiji]

16 commenti:

  1. Ma come, non ti hanno chiamata perchè sei una quota rosa gnocca?

    RispondiElimina
  2. Gnocca? Non faccio mica l'igienista dentale io!

    RispondiElimina
  3. Se ti mantieni lontana da questi ambienti,secondo me,fai la cosa giusta.E' così insidioso il mondo della politica.Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  4. Me ne sono resa conto in diverse occasioni Veil. Non fa per me!

    RispondiElimina
  5. Dillo, Euri: è perchè tu vorresti una quota ROSSA!

    RispondiElimina
  6. Rido!
    Santo cielo... dovevi proprio dirlo a tutti così spudoratamente?
    Laranadallaboccalarga!

    (Ah!)

    RispondiElimina
  7. Se c'è un colore che detesto piu' di tutti, è il rosa. E le quote rosa mi sembrano il contentino per bambine capricciose.

    RispondiElimina
  8. Lady? Sei tu... Dall'immagine di apertura del blog dovrei dire di sì.

    Mi vergogno persino che qualcuno abbia potuto pensare a delle "quote rosa". Ci tutelano come i panda? Desolante.

    RispondiElimina
  9. Sì, me voilà... esatto, siamo specie protetta, spesso da protettori.

    RispondiElimina
  10. Che bello trovarti, Lady in rosso!

    Protettori molto generosi e gentili. Che si ricordano di noi proprio a pochi mesi da nuove elezioni. Per cinque anni non mi ha "ca..." (sorry) nessuno!

    RispondiElimina
  11. E' che manca la forza, non me la sento piu' di sostenere altre donne solo perché lo sono anch'io. All'epoca della sua elezione ci siamo ridotte a fare il tifo per la Marcegaglia con la speranza che una donna eletta al vertice di una cosa importante riuscisse poi a dare la stura affinché altre donne riuscissero ad affermarsi. E invece abbiamo visto ( e stiamo vedendo ) com'è andata a finire. La Emma è solo l'ennesima 'figlia di' che è riuscita ad andare dov'è perché suo padre era qualcuno, la sua mentalità è come e peggio quella dei peggiori uomini e per paura di indebolire la sua categoria non riesce nemmeno a prendere una posizione netta - da donna - nei confronti degli atteggiamenti e delle azioni di chi ci governa ( si fa per dire ). Col risultato che, come per tante altre situazioni, non sapremo mai se al suo posto oggi avrebbe potuto starci una persona migliore di lei e piu' capace.

    RispondiElimina
  12. Ti vedo bene come quota rosa, Euri. con la spilletta di Hello kitty appuntata sul petto: la vedrei bene come candidata al consiglio comunale, sai!?! (Hello kitty, intendo. Tu saresti troppo fuori standard. però ti vedo bene come supporter)

    Basilicoj

    RispondiElimina
  13. Hello Kitty for president!
    Io non la voterei, ma sono sicura che in tanti lo farebbero... Bisognerebbe pensarci. O lo hanno già fatto?

    RispondiElimina
  14. la questione è obiettivamente insulsa. Io credo che in quanto a stronzaggine e inefficienza in cere cariche maschi e femmine si equivalgano. Il sesso non ha rapporto con l'onestà, l'intelligenza e la bravura nello gestire amministrazioni o politiche. Parere strettamente personale.

    RispondiElimina
  15. Appunto. Perché devono garantirmi qualcosa che dovrebbe spettarmi a prescindere?

    RispondiElimina

Dopo pessime esperienze con Anonimi tutt'altro che Anonimi, preferisco che chi commenti abbia anche un nome, seppur fittizio.